Sorrento retrocesso. Il film della sconfitta per 2-1 contro il Prato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il Sorrento perde a Prato. E' Seconda Divisione dopo sei anni.

Il Sorrento perde a Prato. E’ Seconda Divisione dopo sei anni.

Prato –  Prato e Sorrento si contendono la permanenza in Prima Divisione dopo il pareggio dell’andata per 1-1. Minuto nove e subito Sorrento in vantaggio. Tortolano conquista una rimessa laterale. Bonomi batte, serve l’ex Latina, controllo a rientrare sul destro, collo esterno e palla al’incrocio con Layeni battuto. Dopo un minuto ci sarebbe la chance per raddoppiare. Guitto si ritrova palla in area, ma strozza la conclusione e la sfera termina sul fondo.
Dopo solo quattro minuti il pareggio. Lancio dalle retrovie, Balzano si fa trovare fuori posizione e cincischia credendo nella posizione irregolare di Napoli che controlla e fredda Rossi in diagonale.
Passa tutto per Silva Reis. Prima Rossi ci mette una pezza di piede, poi si immola Di Nunzio al minuto 25′.
Dopo una fase di stanca si riaccende la sfida. Tutto parte da calcio d’angolo. Corvesi effettuata il cross, Silva Reis prende il tempo alla retroguardia e di testa chiama Rossi alla parata della domenica.

Un secondo tempo nel quale si capisce che la giocata, la superiorità numerica improvvisa potrebberorompere gli equilibri. Sorrento e Prato sono lunghe, lunghissime in campo e  si cerca la percussione. La prima occasione della ripresa è di marca laniera. Punizione dalla trequarti, Silva Reis fa da sponda per Tiboni, controllo e destro alto sulla traversa. Siamo al 10′.
16′: doccia freddissima. Azione a un tocco sulla sinistra, apertura a destra, contro cross, Balzano non ci arriva, Tiboni la rimette dentro e per Napoli e’ tutto troppo facile. Tap-in di testa e 2-1 per il Prato.
Il Sorrento e’ alle corde. Va avanti ad inerzia di nervi. La chance, come all’andata, capita ad Alessio Esposito. Il suo colpo di testa e’ centrale e Layeni mette in corner. Tiboni al minuto 35 calcia dalla distanza e il portiere costieri la ferma in due tempi. Poi c’è tanta buona volontà. Bernardo ci prova in acrobazia ma non inquadra lo specchio quando alla fine manca un amen.

Il Sorrento dopo tre minuti di recupero e sei anni tra C1 e Prima Divisione retrocede in Seconda Divisione.

Prato – Sorrento 2-1

Marcatori: 9′ pt Tortolano (S), 13′ pt,1 6′ st Napoli (P)

Prato (3-4-1-2): Layeni, Malomo (32’pt Bagnai), Lamma, Ghinassi; Casini, Corvesi, Disabato (30’st Cavagna), De Agostini; Silva Reis; Napoli, Cesarini (44’pt Tiboni). A disp.: Brunelli, Carminati, Bisoli, Essabr. All.:Esposito V.
Sorrento (4-3-3): Rossi, Balzano (27’st Esposito A.), Nocentini, Di Nunzio, Bonomi; Salvi, Guitto, Arcuri (14’st Konan), Tortolano, Bernardo, Corsetti (44’st Zantu). A disp.: Polizzi, Beati, Ciampi, Fusar Bassini. All.: Papagni.
Arbitro:  Ros di Pordenone (Villa/Hagher)
Quarto uomo: Brasi di Seregno
Marcatori: 9’pt Tortolano (S),13’pt,16’st Napoli (P)
Note: Spettatori 1000 circa. Ammoniti: Casini, Bonomi, Cesarini, Napoli, Ghinassi, Salvi, Balzano, Lamma, Guitto, Silva Reis, Layeni, Angoli: 7-3 Rec.: 2′ pt, 3′ st.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!