Sorrento – Prato: Le pagelle dei rossoneri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Tra i migliore Gianluca Nocentini (foto Penna)

Tra i migliore Gianluca Nocentini (foto Penna)

Le pagelle di Michele Gargiulo per l’undici di Papagni dopo il pareggio contro il Prato. Nocentini e Salvi sugli scudi.

ROSSI 6,5: Nel primo tempo compie la parata dell’anno andando, con un colpo di reni d’altri tempi, a togliere dall’angolino il colpo di testa da due passi di Napoli. Nella ripresa, invece, è incolpevole sulla splendida conclusione di Corvesi: il collo esterno al volo del centrocampista laniero è un colpo da biliardo che lo lascia di stucco.

CIAMPI 5: In occasione del gol del pareggio esce male su Casini, facendosi saltare come un pollo e scombinando, di fatto, tutta la linea difensiva, che crolla sotto i tocchi di prima degli avanti biancoazzurri. L’errore di posizione da cui scaturisce il pari non è però il solo: è perennemente in difficoltà sulle palle aree, dove si lascia puntualmente prendere il tempo da Napoli nonostante il vantaggio della maggiore altezza.

Non è bastata una grande prestazione di Salvi (foto Pollio) al Sorrento

Non è bastata una grande prestazione di Salvi (foto Pollio) al Sorrento

NOCENTINI 6,5: In avvio di ripresa salva momentaneamente il risultato con un intervento provvidenziale che evita il tap-in vincente a Napoli, servito da un cross dalla destra di Corvesi: questo exploit è l’apice di una partita in cui rasenta quasi la perfezione, soprattutto sui palloni alti dove, da padrone incontrastato dell’area, lascia le briciole agli avanti lanieri.

DI NUNZIO 6: Col baby Papini che non gli crea nessun grattacapo, si concede anche il lusso, in occasione del rigore, di innescare Tortolano con un lancio millimetrico dalla propria metà campo che pesca l’ex Latina al limite dell’area di rigore.

BONOMI 6: E’ molto più propositivo rispetto ai suoi standard, soprattutto nel primo tempo, quando fornisce costantemente il supporto in sovrapposizione a Tortolano che spesso, pur ignorandolo, crea scompiglio nella difesa toscana con i suoi tagli centrali.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

SALVI 6,5: Il suo solito dinamismo lo porta a battagliare in tutte le zone del campo, ma il duello più avvincente è quello con Corvesi, l’avversario con lo stesso numero sulla casacca. Assodata la sua utilità in fase di non possesso, è da apprezzare anche l’appoggio in fase offensiva, soprattutto nel primo tempo.

GUITTO 5,5: Diciamolo chiaramente: la prestazione è ben lontana da quella di due domeniche fa, quando da solo, a mò di martello pneumatico, disintegrò la difesa molossa con i suoi assist al bacio. Costretto da Papagni ad arretrare il suo raggio d’azione, soffre il pressing forsennato di Disabato che non gli permette di mettere ordine all’azione.

ARCURI 5,5: Anche per lui un passo indietro rispetto alla gara contro la Nocerina: oltre a perdere numerosi palloni in fase di possesso, infatti, rallenta troppo la manovra toccando la sfera sempre una volta in più di quanto necessario (dal 26’ s.t. KONAN 5,5: L’impatto è buono, ma a conti fatti il suo apporto non aggiunge niente al collettivo rossonero).

TORTOLANO 6: Imprendibile quando si accentra partendo dalla destra, fa ammattire Beduschi che, dopo essersi beccato un giallo per fermarlo, lo atterra in area nell’azione che porta al rigore trasformato da Corsetti. Al piede caldo che anche contro i lanieri dimostra di avere, non corrisponde però la dovuta precisione. Nella ripresa, poi, spreca un contropiede d’oro che avrebbe potuto cambiare le sorti del match e, forse, dell’intero play-out.

BERNARDO 5,5: Gioca troppo lontano dalla sedici metri, andando a sbattere contro Ghinassi e Malomo ogni volta che prova a sfondare. Mai pericoloso nelle conclusioni, anche il suo apporto aereo è insufficiente visto che l’arretramento del brasiliano Silva Reis sui rinvii di Rossi gli toglie spazio vitale.

CORSETTI 6: Freddo quanto basta per angolare il destro oltre i guantoni di Layeni, prova, a volte senza riuscirci, a creare superiorità numerica. Visto il mancato apporto di Ciampi in sovrapposizione prova spesso e volentieri lo scambio con l’ispirato Salvi, che gli offre un ottimo appoggio.

ALL. PAPAGNI 5,5: Il gol del pareggio di Corvesi nasce da un intervento sbagliato di Ciampi, un difensore centrale riciclato terzino destro quando in panchina c’è un giocatore di ruolo, peraltro affidabile, come Balzano. A conti fatti questa è l’unica macchia di un match che andava chiuso già nei primi minuti della ripresa. Occasione sprecata forse per la paura di vincere che ha attanagliato i rossoneri: un male da estirpare perché, senza alzare le braccia al cielo, tra una settimana all’esterno del rettangolo di gioco

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!