Meta U17: terzo posto alla Pfingsten Cup 2013

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I ragazzi dell'U.s. Meta terzi nella sesta edizione della Pfingsten Cup.

I ragazzi dell’U.s. Meta terzi nella sesta edizione della Pfingsten Cup.

Meta Di Sorrento – Si conclude in modo quasi trionfale la trasferta degli allievi dell’U.s. Meta allenati da Carlo de Gregorio che hanno conquistato il terzo posto al Torneo Internazionale Giovanile denominato Pfingsten Cup che si è svolto tra Cervia e Cesenatico. La squadra metese ha partecipato al torneo riservato agli Under 17 ma la manifestazione ha visto la partecipazione di più di 60 squadre provenienti da tutta Europa. Nel Girone B i ragazzi di De Gregorio hanno ottenuto il primo posto con un pareggio e due vittorie convincenti. Nella prima sfida è arrivato uno 0-0 contro i connazionali dell’Azzurra Mattei in una partita molto combattuta. Dopo l’esordio i metesi hanno ingranato la marcia e hanno infilato due vittorie consecutive; la prima contro i tedeschi del MunchenBuchsee battuti con un sonoro 4-0 e poi nella sfida decisiva per il primato è arrivato un importante 1-0 contro i parietà del Castelcordrerio tenuti a distanza di un solo punto nella classifica del girone vinto con 7 punti e nessuna rete subita.
Nella semifinale giocata contro gli svizzeri del Bruttisellen il Meta è riuscito ancora una volta a tenere la propria porta imbattuta ma ha ceduto ai calci di rigore perdendo per 2-4 dopo una serie di penalties sfortunata. Nella finalina per il terzo posto ancora una volta avversari per la squadra costiera gli svizzeri di CastelCordrerio precedentemente già battuti. Al triplice fischio 2-1 per il Meta che ha così festeggiato un bellissimo terzo posto in un torneo difficile, risultando la prima squadra italiana tra tutte le squadre partecipanti e con al passivo una sola  rete subita contro le sette segnate e senza subire alcuna sconfitta nei minuti regolamentari. Tanta soddisfazione per il presidente Giuseppe Manzi che ha accolto i 20 atleti partecipanti, di cui 5 classe ’98 ricevendo il trofeo dalle mani di capitan Castellano. In grande evidenza nella tre giorni romagnola in cui il Meta è stata menzionata come miglior squadra grazie al gioco espresso, il laterale Borriello, il centrale con esperienza al Sorrento Michele Izzo e il bomber Gianmichele Testa, tutti già nel giro della rappresentativa regionale.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!