Sorrento: I tifosi hanno pronta la nuova coeografia

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

tifosi_noerina_pennaIl tempo delle chiacchiere sta per finire. Domenica si torna in campo per decidere chi tra Sorrento e Prato resterà in Prima divisione di Lega Pro.
Un po’ come la notte di san Silvestro, i minuti ed i secondi vengono scanditi dal quotidiano andare da parte dei tifosi che aspettano con impazienza il 26 maggio.
L’aver ottenuto il piazzamento utile per i play-out è una piccola, piccolissima risorsa per i rossoneri e per tutto l’ambiente. Nessuno a due giornate dalla fine ci avrebbe scommesso un euro. Il perché era dettato anche dai possibili risultati degli altri.
Adesso la roulette ha ripreso a girare a tutta, la pallina sta per essere lanciata dal croupier e protagonisti al di là dei giocatori diventeranno anche i tifosi.
Ieri è iniziata la prevendita dei tagliandi per assistere al match tra Sorrento e lanieri all’Italia. Poco dopo aver appreso il costo dei tagliandi gli ultras della Nord hanno manifestato tutto il loro dissenso per i costi lievitati in vista degli spareggi salvezza.
Per assistere alle forche caudine dell’ultimo match della stagione tra le mura amiche serviranno un minimo di 11 euro sino al massimo di 18. Sia ben chiaro l’aumento non è da affibbiare ad una decisione del sodalizio di via corso Italia, bensì alle decisioni della Lega che ha imposto il tariffario uguale per tutti.
Messo in un angolo dello sgabuzzino l’amaro livore per il lievitare dei prezzi, tutti i supporter della costiera si stanno organizzando. Sanno bene i gruppi che potrebbero essere loro i collaboratori fondamentali per i propri beniamini.
Non è una vera e propria corsa al tagliando, ma si cerca di staccare il proprio biglietto quanto prima. Si pensa anche  alla coreografia che i ragazzi della curva stanno mettendo su.
Se a Sorrento si crede all’impresa, a Prato le cose vanno diversamente. Gli ultras del gruppo Prato 1908 hanno affidato ad un comunicato il proprio dissenso verso la gestione della società e del rendimento dei propri calciatori.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!