Folgore: il paradiso può attendere. Aversa vince e va in B2

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Gli striscioni dei tifosi a sostegno della Folgore.

Gli striscioni dei tifosi a sostegno della Folgore. (ph. Lello Acone)

Sorrento – Spettacolo all’Atigliana per la sfida playoff tra la Folgore Massa di mister Giacobelli e la Golding Aversa reduce dalla vittoria per 3-1 in gara 1. La buona prestazione non è bastata ai massesi per ribaltare la situazione dell’andata e portare la sfida alla terza partita ma il sogno B2 non è ancora infranto. Davanti ad un pubblico rumoroso e carico le due suadre hanno dato vita ad una battaglia tirata conclusa al tie break.
La Folgore ha fatto subito capire di voler provare la rimonta giocando al massimo nel primo set: ottima la prestazione degli uomini di Giacobelli che hanno chiuso, dopo aver subito una timida reazione da parte degli ospiti che pure all’andata avevano ceduto ai massesi il primo set. Ottimo il muro formato da Giacobelli e Miccio che ha fermato i tentativi della Golding di riportarsi in partita nel parziale.
Aversa cambia marcia nel secondo set approfittando di qualche errore di troppo della Folgore fermata in più occasioni a causa di qualche “doppia”. La squadra biancoverde si scompone e va sotto ma rieesce a riportare il parziale in equilibrio sul 12-14. Gli aversani hanno accelerato ancora fino al 17-21, poi una decisione dubbia dell’arbitro ha dato agli ospiti il ventiduesimo punto e un muro finito a lato di Giacobelli il 17-23. La Folgore risale fino ai 20 ma il set è di marca Golding con il punteggio di 20-25.
Sempre in grande equilibrio il terzo set: la Folgore è partita bene piazzando un break di 4-0 ma si è fatta raggiungere da una Golding determinata a chiudere i giochi promozione. Lungo testa a testa con gli ospiti fortunati in più occasioni con ricezioni al limite ma set condizionato da qualche errore per la Folgore in palleggio e in attacco con molte palle terminate all’esterno del campo. Aversa si porta quindi avanti con il punteggio di 1-2 vincendo il set 23-25.
Il testa a testa continua ancora nel quarto parziale: nessuna delle due squadre riesce a scappare e si assiste a continui cambi palla. I massesi sono costantemente avanti ma seguiti a ruota dagli aversani che non mollano: Sul 18-16 parapiglia in campo: decisione arbitrale discussa e direttore di gara che decide per l’ammonizione per un giocatore ospite; si rischia la rissa subito sedata dagli allenatori e dirigenti delle due squadre. Il contraccolpo psicologico dell’episodio lo subisce la Golding mentre la Folgore riesce a vincere il set con il risultato di 25-20.
La sfida va al tie break: Aversa non lascia il tempo di organizzarsi alla Folgore e scappa subito via. Al cambio campo 4-8 per Aversa che allunga e con un ace si porta a casa gioco e partita e soprattutto la promozione in B2. Alla Folgore, che nelle due sfide ha dimostrato di aver colmato il gap che all’inizio dell’anno divideva la formazione da Aversa, vittoriosa per 3-0 nella final four di Coppa Campania, ora deve aspettare la vincente tra i Koala Bears che hanno superato nei playoff tra seconde e terze classificate del girone B Battipaglia e una tra Stabia e Marcianise che giocheranno la loro gara nel pomeriggio.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!