Un Sorrento d’esperienza attenderà il Prato

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Potrebbe rientrare con il Prato Nicola Beati (foto Penna)

Potrebbe rientrare con il Prato Nicola Beati (foto Penna)

Sarà un Sorrento diverso quello che affronterà il Prato ai play-out.
Nessuno stravolgimento tattico sia chiaro, ma solo maggiore scelta nel roster per Papagni.
Il 4-4-2 sembra il modulo che possa calzare a pennello ai rossoneri. Nelle ultime uscite, a parte le vittorie, la squadra è parsa più quadrata. Distanze giuste ed elementi nel proprio ruolo che hanno aumentato il rendimento.
In terra di Ciociaria il giallo a Ciampi e Beati con il rosso a Nocentini ha privato il tecnico pugliese di tre elementi per difesa e centrocampo contro la Nocerina, ma la squadra ha sopperito alla grande.
Un segnale. Si perché tutti si sentono parte dell’operazione salvezza che è partita lo scorso luglio.
Poter scegliere è una sorta di rivoluzione copernicana per i costieri che hanno sempre puntato sugli under. Sebbene la regola permettesse alle squadre di schierare in tre gare un undici senza limiti d’età, il Sorrento ha sempre giocato con un paio di 92 come da regolamento.
Adesso si può svoltare sul serio. C’è abbondanza.
Una settimana di riposo in più consentirà di riavere in piena forma Musetti e Kostadinovic. Il primo alle prese con noi muscolari, il secondo uscito anzitempo nel derby con i molossi.
Insomma dieci giorni di full immersion per la rosa del sodalizio di vai corso Italia per giungere pronti e con la fame giusta all’appuntamento con il Prato.
Si punterà sugli over? Molto probabile avere esperienza da vendere in due gare nelle quali conterà fare più punti dell’avversario una base di partenza importante.
Di fosforo e astuzia ne servirà a iosa. I toscani sono una squadra giovane, un anno e tre mesi in media più piccola del Sorrento, quindi l’esperienza servirà eccome.
Il piazzamento colloca i rossoneri nella peggiore posizione e con il chiaro intento di dover vincere almeno una delle due partite. Le qualità per emulare le gesta del Pavia della passata stagione ci sono tutte servirà solo metterle in campo con la stessa determinazione vista con la Nocerina.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!