Folgore Massa: Aversa rimonta e vince

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Folgore Massa12-13Sfuma il sogno immediato di portarsi in vantaggio contro Aversa per la Folgore Massa che parte bene, poi arranca e si arrende al quarto parziale.
Vantaggio per gli uomini di Savoia che all’Atigliana  avranno la grande chance di chiudere la pratica serie B.
Per la Folgore una settimana di allenamenti, passione e determinazione ancora maggiore, quando tra le mura amiche tenterà di sovvertire il pronostico e arpionare gara 3.
Subito partenza a razzo da parte dei bianco verdi, con ottimo lavoro a muro dove si riesce a raccogliere punti diretti e fermare l’attaccante principe Fasulo.
La qualità della battuta è alta, si tocca tanto nei blocchi e si difende bene senza sbagliare nulla in attacco. Aversa regala molto in battuta sbagliandone alcune.
Sul 16-9 il set sembra scritto, ma Di Santi riporta i casertani in partita. Poi nuovo allungo Folgore sul 21-15. Nel finale un po’ contratta la squadra di Giacobelli porta a casa il set.
Inizio equilibrato, nessuna delle due scappa avanti per più di 2 lunghezze. La ricezione dei costieri funziona bene, meno il muro che rende complicata la difesa. Fasulo e Di Santi spingono l’Aversa fino al 20-18, il punto a punto finale non premia i tentativi di rimonta della compagine massese. 25-22 e gara in parità.
La partenza del terzo parziale è ottima. 8-6 Folgore al primo time out tecnico con la fase di cambio palla che riesce a riprendere brillantezza.
Il vantaggio resta sempre di due punti che aumentano a 3 al secondo time out tecnico (13-16). Si sfrutta una positiva correlazione muro-difesa giocando con intelligenza in attacco. Sul 19-17 il turno al servizio di Di Giorgio crea scompiglio nella ricezione della Folgore. Non riesce a produrre attacchi degni di nota nonostante una rotazione sino ad allora favorevole. Aversa va sul 24-19 per poi chiudere alla seconda occasione sul 25-20.
La rimonta subita nel set precedente condiziona mentalmente e dopo il 6 pari c’è da faticare ed inseguire (10-7). Neppure il time out del tecnico costiero rianima la Folgore. Al rientro in campo lampadina spenta, Aversa dilaga tirando su anche qualche palla in più rispetto ai set precedenti e ovviamente galvanizzandosi. Il finale è tutto in discesa. 3-1 e gara in archivio.

Play off – Finale gara 1
Golding Volleyball Aversa – Folgore Massa 3-1
(22-25, 25-22, 25-20, 25-17)
Golding Volleyball Aversa: Bocchino, Carbone, Di Giorgio, Di Santi, Farina, Fasulo, Francese (K), Graziano, Lumia, Vassallo, Villano, Ardito (L). All.: Madonna, 2° all.: Savoia.
Folgore Massa: Coppola, Russo, Cinque, Esposito, Ruggiero (K), Mastellone (L2), Longobardi, Terminiello V., Terminiello S., Miccio, Giacobelli, Marciano (L1). All.: Giacobelli, 2° all.: Gargiulo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!