Il comunicato del Sorrento calcio dopo la sentenza della Disciplinare

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

DSC_5025Mette in risalto i meriti del campo dell’Andria ed evidenzia come non ci sia nulla contro i pugliesi il comunicato con cui il Sorrento calcio mette in evidenza i problemi riscontrati dalla sentenza emessa dalla Commissione Disciplinare.
Una scelta che ha lasciato di stucco in tanti. Sgomenti a Barletta, che avrà il fattore campo contro i bianco blu di Cosco. Alla presa di posizione dei costieri si associa anche il Viareggio che con una formazione molto giovane e una sentenza diversa sarebbe salvo a prescindere.

In riferimento alla sentenza emessa dalla Commissione Disciplinare con C.U. n. 88 del 10.05.2013 – avente ad oggetto inadempimenti contestati alla società A.S. Andria Bat srl – la società Sorrento Calcio srl evidenzia quanto segue.
In spregio ai principi contenuti nelle NOIF e nel Codice di Giustizia Sportiva, ed in contrasto con tutte le precedenti sentenze, la Commissione Disciplinare ha sanzionato la società A.S. Andria Bat srl con punti di penalizzazione da scontarsi nel prossimo campionato, in riferimento ad accadimenti di competenza del secondo e terzo bimestre (ossia fino al 31 dicembre 2012), le cui penalizzazioni – sino ad oggi – sono state scontate nel corrente campionato.
Gli inadempimenti relativi ad accadimenti di competenza a decorrere dal 1^ gennaio 2013 sono invece sanzionati con penalizzazioni da scontarsi nel prossimo campionato.
Sulla scorta di ciò, si è verificato che per inadempimenti dello stesso periodo (ossia fino al 31 dicembre 2012), le società coinvolte sono state sanzionate con penalizzazioni da scontarsi nella corrente stagione sportiva, soltanto la società A.S. Andria Bat srl con penalizzazioni da scontarsi nel prossimo torneo.
In tal modo la società A.S. Andria Bat srl è stata  “premiata” rispetto alle altre società; ci si chiede il perché di questo premio; forse perché le altre società si sono limitate a non adempiere, mentre la società A.S. Andria Bat srl ha anche falsificato la documentazione ?
Non convince poi la motivazione; gli otto punti non  sarebbero afflittivi in questo torneo.
Non è assolutamente vero; con otto punti di penalizzazione ed una giornata ancora da giocare la società A.S. Andria Bat srl rischia la retrocessione all’ultimo posto e ciò non è afflittivo ? E’ stata letta la classifica ?
Inoltre, qualcuno ha informato la Commissione Disciplinare che – se l’A.S. Andria Bat srl parteciperà al prossimo torneo di Prima Divisione – nella stagione 2013/14 non ci sono retrocessioni e quindi le penalizzazioni non potranno mai considerarsi afflittive ?
Questo comunicato non è contro la società A.S. Andria Bat srl; la scrivente società ha sentito il dovere di far sentire la propria voce per rispetto dei suoi tifosi, dei suoi tesserati, ai quali ha sempre trasmesso il messaggio del rispetto delle regole amministrative, anche a discapito di una maggiore competitività sportiva.
Pertanto, la scrivente società, addolorata, si chiede se le regole (sempre più rigorose) non siano state calpestate, mortificando così chi prova con enormi sacrifici a rispettarle.
Nella speranza che gli organi di competenza possano proporre ricorso nei modi e nei tempi dovuti. Fermo restando che il Sorrento calcio a tutela della propria immagine, della città, dei dirigenti e dei propri tifosi, si riserva di far valere in tutte le sedi giudiziarie, i propri diritti. Nella salvaguardia della gestione societaria svolta secondo criteri di onesta e correttezza e che la sentenza della Commissione disciplinare ha evidentemente calpestato
Sorrento, 11 maggio 2013

L’amministratore Unico Sorrento calcio srl
Avv. Francesco D’Angelo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!