Qui Nocerina, Garufo:”Vietato abbassare la guardia”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Monito di Garufo:"Nocerina non abbassare la guardia"

Monito di Garufo:”Nocerina non abbassare la guardia”

Instancabile pendolino della fascia destra, che fa dei polmoni e della duttilità le sue armi migliori Desiderio Garufo è uno degli indiscussi protagonisti della stagione. Una crescita esponenziale quella dell’esterno siciliano, iniziata a Taranto. Due anni intensi vissuti alla corte di mister Dionigi: “E’ stata una tappa fondamentale della mia carriera” – conferma Garufo, intervenuto in diretta telefonica nella trasmissione “Il team del pallone” condotta da Angelo Guadagno e Arturo De Filippis, in onda ogni martedì e giovedì sulle frequenze di Radio Kolbe  – “ho imparato ad interpretare al meglio il mio ruolo. Anche con Dionigi capitava di passare dal 3-4-3 al 4-3-3. Un’esperienza che mi è tornata utile quest’anno”. Alla Nocerina, infatti, la definitiva consacrazione: “Mister Auteri conosceva benissimo le mie caratteristiche ed ha saputo ritagliarmi un ruolo fatto su misura per me. Rispetto al recente passato, ora riesco anche a farmi trovare pronto quando c’è da battere a rete”. Una differenza di non poco conto: “i goal fanno sempre piacere soprattutto per chi come me non è abituato a farne tanti” sorride il laterale molosso che torna poi sulla gara contro la Carrarese: “risultato rotondo rispetto a quanto espresso in campo. Abbiamo fatto un piccolo passo indietro rispetto alla partita contro il Benevento” – ammette con onestà – “Ma la cosa importante era conquistare i tre punti. Fatichiamo un po’ di più rispetto al solito, la squadra ha risentito dei carichi di lavoro delle ultime settimane, ma siamo tranquilli, arriveremo ai Play-Off nella migliore condizione possibile”. Prima però c’è da onorare l’ultimo impegno di campionato contro il Sorrento: “Guai ad abbassare la guardia” – avverte Garufo – “C’è ancora la possibilità di centrare il secondo posto e domenica andremo a Sorrento per vincere. Troveremo di fronte una squadra agguerrita che in novanta minuti si giocherà le residue possibilità di evitare la retrocessione diretta. Saranno carichi e motivati, per questo non dovremo farci trovare impreparati”. Garufo, Auteri permettendo, naturalmente sarà al suo posto: “Anche con una gamba sola” – afferma – così come domenica quando, a sostituzioni ultimate, è rimasto in campo nonostante un infortunio rimediato dopo l’ennesimo scontro di gioco: “Non potevo certo tirarmi indietro. Nonostante eravamo sul 2-0, se qualcosa fosse andato storto non sarei riuscito a perdonarmelo e così ho stretto i denti e ho dato una mano ai miei compagni”. Un gesto che non è passato inosservato: “E’ l’ennesima conferma, per chi avesse ancora dubbi, che sia io che tutta la squadra, lo staff tecnico e la società, abbiamo voglia e fame di arrivare fino in fondo per poter regalare una grossa gioia ai nostri tifosi”. Cosa dovrà fare la Nocerina per poter raggiungere questo traguardo? “I play-off sono un campionato a sé, vince chi arriva agli spareggi nelle migliori condizioni fisiche e psicologiche. Ora più che mai – conclude Garufo – è il momento di creare il miglior clima possibile intorno alla squadra, mettere da parte qualsiasi polemica e malumore e remare tutti nella stessa direzione. Posso garantirvi che la squadra ce la metterà tutta per vincere i Play-Off”.

Gianluca Tortora, ForzaNocerina.it

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!