Ruggiero:”Folgore in B, ma solo se”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
"Con Aversa per l'impresa". carica l'ambiente capitan Ruggiero (foto Acone) in casa Folgore Massa

“Con Aversa per l’impresa”. carica l’ambiente capitan Ruggiero (foto Acone) in casa Folgore Massa

Ha fatto più del suo la Folgore Massa di capitan Ruggiero.
La compagine bianco verde era nata con il chiaro intento di puntare ai play-off, ma in corso d’opera si è scoperta bella di sera.
Filotto di 17 successi, tutti da tre punti, consecutivi e prima posizione in saccoccia.
Difficile ipotizzarlo prima del campionato come conferma lo schiacciatore costiero.
“Questa squadra non è stata costruita per il salto di categoria. In estate con un gruppo di amici che, per varie congiunture, ha preferito rimanere in penisola, abbiamo deciso di ricostituire una squadra di tutti ragazzi locali, cui si è aggiunto Mario Giacobelli, con l’obiettivo di divertirsi e ben figurare – sottolinea il capitano -. Centrare i play-off era sicuramente un traguardo che ci siamo prefissi visti i nomi che compongono il roster anche se non scontato visto che quest’anno in serie C ci sono state almeno 10 squadre nei due gironi che vantavano giocatori di categoria superiore. Poi siamo andati oltre le aspettative”.
A Battipaglia senza assilli particolari un nuovo successo contro la seconda forza del girone. Un bilancio che a Sant’Agata sui due Golfi ritengono più che positivo.
“Complessivamente si. Dopo le sconfitte di Salerno e Solopaca, con l’arrivo di Vito Terminiello questa squadra ha trovato quell’equilibrio e quella quadratura che prima mancavano. Abbiamo fatto quattro mesi quasi perfetti. Di sabato, invece, non sono assolutamente soddisfatto in quanto l’aver acquisito la certezza matematica del primo posto con una giornata d’anticipo ci ha portati a non preparare a dovere la gara ed in panchina ed in campo l’approccio di qualcuno non mi è piaciuto – commenta Ruggiero -. Di fatto, a Battipaglia abbiamo PERSO perché conquistato il punto necessario per il matematico secondo posto, è andata in campo la squadra “under” dei salernitani mentre noi abbiamo continuato con lo starting six iniziale. Con l’Aversa sarà partita vera e serve un’impresa”.
Proietta già i suoi compagni verso la prossima intrigante, se non improba sfida con Aversa. Capolista indiscussa dell’altro girone, una sconfitta all’ultima di campionato in regular season. In soldoni: una squadra quasi perfetta.
“Abbiamo un roster forte e completo. Anche se dovesse mancare qualche pedina non abbiamo alibi – evidenzia il capitano -. L’Aversa è una corazzata composta da tutti ex giocatori di B1 e B2. Ma noi abbiamo chiuso al primo posto il girone ed abbiamo il dovere morale di dar vita ad una finale ricca di emozioni e spettacolo”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!