Sorrento calcio: C’è ancora speranza

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Due reti e una prestazione solida per Tortolano (foto Penna) a Frosinone

Due reti e una prestazione solida per Tortolano (foto Penna) a Frosinone

Un successo che ridà speranza al Sorrento, ma guai a pensare che tutto è passato.
Domenica ci sarà l’ultimo verdetto e per Rossi e compagni servirà non solo vincere, ma sperare che la Carrarese non faccia altrettanto.
Maledetta, maledettissima fu la sfida del “Dei Marmi” quando in un sol colpo la manita dei giallo blu toscani risvegliò l’ultimo Sorrento targato Giovanni Bucaro.
Al Matusa prima la paura, poi la voglia, lo spavento e la rinascita finale si sono condensate nella gara dei rossoneri.
Tortolano, Ciampi e Bernardo hanno tenuta accesa la speranza.
Adesso cosa accadrà?
Gli interrogativi sono tanti. Neppure la Sibilla cumana avrebbe avuto tutte le risposte.
Ancora una volta il giudice supremo sarà il campo.
Carrarese, Latina, Nocerina, Sorrento. In un amen il campionato. Quattro squadre che in 90 minuti si giocano tutto.
Posizione play-off, eventuali play-out e retrocessione.
Un mix di adrenalina allo stato puro.
Tra chi ci sperava e chi confidava di essere già al sicuro negli spareggi tutti avranno qualche cosa da farsi perdonare, qualche nuova emozione da offrire.
Il Sorrento dovrà chiedere scusa per l’unica vittoria interna e cercare il sacco. Se il Latina vincesse in quel di Carrara sarebbero play-out. Un segno forse, ma nulla è scontato.
Non c’è un lampione o una lampada a neon a illuminare il cammino dei costieri, resta solo il classico lumicino. Bisognerà sfruttarlo bene.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!