Una Gimel da applausi conclude il campionato con onore

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Lello Acone Gimel

Un muro della Gimel nell’ultima gara del campionato contro Benevento. (ph. Lello Acone)

Massalubrense – Gran chiusura di campionato per la Gimel Sant’Agata che conclude il campionato di Serie C con la salvezza già acquisita e con una bellissima prestazione contro la Volley Benevento, terza forza del campionato. Partita bellissima giocata alla grande dalle ragazze di mister Aversa che hanno recuperato Carmela Aversa ferma da qualche giornata per infortunio e hanno tenuto testa sino alla fine contro le forti avversarie. Primo set a tutta birra per le gimelline che senza alcun timore si portano sul 12-3 lasciando pochissimo spazio alle avversarie colte di sorpresa dalla prestazione di casa: Un ace del capitano Guadagnuolo regala il 15-4 e si continua sulla stessa traccia fino al 20-13 quando le beneventane cominciano a risalire. Superato il breve momento di difficoltà grazie ad una ottima ricezione la Gimel ricomincia a martellare in attacco trovando con Marciano il 24-17. Il set è di marca biancoblu e si chiude sul 25-18.
Benevento comincia a far sul serio in avvio di secondo set: al primo time out 4-8 il risultato a favore delle ospiti. La Gimel risale fino al 9-9 dopo una rapida successione di punti e dà inizio ad un parziale tiratissimo, giocato punto su punto. Con un gran muro di Casa la Gimel trova il 17-14 ma subisce la risposta avversaria che dopo aver subito il 20-17 da Esposito con un ottimo attacco pareggiano il conto sul 20-20. Benevento la spunta solo al termine del set trovando il punto del 23-25.
Ancora grande equilibrio nel terzo set. La Gimel è riuscita sbagliando poco o nulla ad annullare le distanze in classifica. Ottime Gargiulo e Casa a muro, Mastellone, Guadagnuolo e Marciano quasi infallibili in attacco complice una ricezione incerta delle ospiti, fondamentale nel quale non hanno peccato Aversa e il libero Esposito. Pari e patta sino al 21-21, nessuna delle due squadre riesce a scappar via e si decide tutto ai vantaggi. Gargiulo con un bel pallonetto e poi Marciano siglano prima il 25-24 poi il 26-25 ma Benevento riesce a tener duro e a spuntarla sul 26-28 passando in vantaggio nel conteggio dei set.
Sembra invariato il leit motiv della gara nel quarto parziale che inizia all’insegno della completa neutralità. E invece la Gimel scappa via portandosi sull’11-7 e piazzando un break positivo fino al 19-8 scatenando l’entusiasmo dei tifosi presenti e rumorosi.  Benevento accenna la rimonta riportandosi sotto fino ad un gap di 6 punti ma un punto firmato Gargiulo rimette in moto le gimelline che vincono 25-17 trascinando la sfida al tie break. Clima di festa alla Pulcarelli e anche la prestazione molto incerta dell’arbitro è motivo di risate con Kyda, la mascotte delle biancoblu, che va a chiedere simpaticamente spiegazioni al direttore di gara che sorride divertito. Si torna in campo e benevento decide di far valere la propria forza lasciando poco spazio alle padrone di casa che tirano un po’ i remi in barca dopo una grande partita. C’è tempo per l’esordio di De Gregorio, classe 2000, nelle fila della Gimel, er per gli ultimi punti dell’anno firmati Guadagnuolo. Vince Benevento 2-3, ma la Gimel chiude con onore il campionato e già si prepara alla prossima stagione.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!