Sorrento, Papagni:”La speranza c’è ancora”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Papagni ci crede:"Solo vincere" (foto Penna)

Papagni ci crede:”Solo vincere” (foto Penna)

“La speranza c’è ancora”.
Aldo Papagni prova a caricare i suoi ragazzi in vista del rush finale di campionato.
Sorrento-Frosinone potrà dire game over come mantenere ancora aperte le porte dei play-out per i costieri.
“Sapete come la penso. C’è il giorno dopo e la matematica dice che siamo in corsa”.
Nessuna massima, ma la certezza che i numeri consentono al Sorrento di sperare per ulteriori 180 minuti.
Bisognerà vincere, cosa che non accade da Prato (10 febbraio), per rincorrere la Carrarese che sarà impegnata in quel di Nocera Inferiore.
“Gli altri non li guardo devo pensare solo alla nostra partita – spiega Papagni -. Solo con due successi ci possiamo considerare ancora in corsa”, quindi, “sapete come la penso, si scenderà in campo per vincere”.
Ha fiducia il tecnico rossonero che non può far altro che cercare di disporre in campo il suo undici per fare il sacco al Matusa.
Le idee sono chiare almeno sul modulo da opporre agli uomini di Stellone. Sarà, infatti, ancora 4-4-2 per i costieri.
Se la difesa dopo la prova gagliarda contro il Catanzaro è stata beffata in chiusura dalla rete di Fioretti, le perplessità le desta l’attacco.
Nella linea a quattro dietro con Terminiello e Bonomi out, sulla sinistra potrebbe essere dirottato Salvi. Dentro Ciampi per dare maggiore sostanza.
In mediana dopo la prova incolore di Corsetti potrebbe essere la volta di Konan che Papagni intende utilizzare sulla destra. Tortolano a sinistra è più di una certezza, mentre al centro c’è abbondanza. Guitto, Beati e Alessio Esposito si giocano una maglia da titolare per due posti.
L’attacco non va a segno dalla sfida contro il Pisa. Musetti siglò il rigore del momentaneo 1-1, poi due turni in bianco per la coppia Bernardo-Musetti che a meno di clamorose sorprese sarà riproposta dal primo minuto in ciociaria.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!