Sorrento: A Frosinone conta solo la vittoria

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Si spera che Vittorio Bernardo (foto Pollio) torni al goal, in quel di Frosinone, e regali i tre punti al Sorrento

Si spera che Vittorio Bernardo (foto Pollio) torni al goal, in quel di Frosinone, e regali i tre punti al Sorrento

Testa bassa e lavoro.
Solo il campo potrà dire se il Sorrento riuscirà nell’epica impresa di centrare i play-out e giocarsi tutto nella roulette degli spareggi salvezza.
Un passo per volta, ma con difficoltà sempre crescenti per la truppa di Papagni che dopo lo scivolone interno, l’ennesimo, stanno mettendo a punto le soluzioni tattiche da opporre al Frosinone.
L’obiettivo è sempre lo stesso. Unico e da non fallire: vincere.
Se a Prato si era riaccesa la flebile speranza di un futuro migliore, adesso l’ombra del baratro Seconda Divisione è sempre più presente.
Nessuno lo dice apertamente, ma a crederci sembra solo la matematica.
Contro i ciociari ancora in lizza per un difficilissimo se non improbabile posto negli spareggi conterà portare a casa i tre punti.
Sarebbero acqua per un disidratato nel deserto.
Se il tecnico pugliese aveva chiesto ai suoi 7 punti nelle ultime 3, a disposizione ne restano solo sei, poco o male, ma il Sorrento dovrà ottenerli tutti e sperare.
Si sperare che la Carrarese faccia peggio di lui. In soldoni i giallo blu devono solo ottenere due punti. In caso contrario sarà C2 a meno che non esploda il caso Andria e tutto venga rimescolato dalla giustizia sportiva.
Non dovrebbe cambiare modulo Papagni sempre diretto verso il canonico 4-4-2.
Da valutare le condizioni di Bonomi. Il terzino sinistro non dovrebbe farcela pronti Ciampi e Fusar Bassini con il primo favorito sul secondo per la sostituzione.
In attacco ancora confermata la coppia Musetti e Bernardo anche se ancora a secco.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!