Morciano: Barcellona stregata ma sensazioni positive

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Gigio Morciano (n. 13) durante la prima gara del Cev a Barcellona

Gigio Morciano (n. 13) durante la prima gara del Cev a Barcellona

Inizia non nel migliore dei modi il Cev, il Campionato Europeo Velocità per Luigi Morciano, il pilota residente ormai adottato dalla costiera sorrentina seppur con origini laziali. A Barcellona nelle due manches della gara di Moto 3, sotto una pioggia battente, sono arrivate due cadute che non hanno permesso all’ex motomondiale di arrivare in fondo alla gara e di raccogliere i primi punti. Un peccato dopo le qualifiche che avevano visto Morciano piazzarsi all’ottavo posto, su 37 piloti in gara, primo tra gli italiani che corrono il campionato spagnolo e dopo i test che lo avevano spesso visto comandare la classifica. Le sensazioni del giovane anziate, all’esordio con il team Halcourier Ms, sono comunque positive in vista del secondo appuntamento: «Venerdì sono stato il più veloce ma sabato mattina non sono riuscito a correre il primo turno di prove per la presenza di acqua nel serbatoio. Poi nel secondo turno avevo il secondo tempo ma sono scivolato». Segni, questi, della voglia di Morciano di correre per i primi posti della classifica e delle potenzialità espresse anche nel campionato mondiale. In gara, però, qualcosa è andato storto: «Abbiamo avuto problemi di grip, sono caduto due volte in curva senza dare gas, abbiamo paragonato tramite la telemetria il giro della caduta al giro precedente e non ho fatto errori. Boh, doveva andare così, stiamo cercando i problemi e possiamo riparare quelli che abbiamo sul bagnato, ma sull’asciutto siamo velocissimi. Il nostro campionato inizia ad Aragon».
Archiviato il primo appuntamento, Morciano non si nasconde, dopo un periodo complicato caratterizzato dall’incertezza prima di approdare nel suo nuovo team e in un nuovo campionato. «La moto va forte, nei test sono stato il più veloce, non sono emozionato ma voglio vincere. Sono contento del mio nuovo team che è come una famiglia, sono soddisfatto soprattutto perchè fino a marzo non sapevo cosa avrei fatto». Appuntamento con il Cev fissato al 26 maggio per la seconda prova del campionato. Una prova che vedrà sicuramente alla partenza un Gigio agguerrito e pronto a cancellare le cadute catalane.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!