Sorrento – Catanzaro 0-1, le pagelle: Tortolano è l’unico a provarci, Esposito sotto tono

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Francesco Di Nunzio (foto Penna)

Francesco Di Nunzio (foto Penna)

ROSSI 6: Nonostante la grande volontà ed il carisma dimostrato nell’incoraggiare e spronare i compagni a non arrendersi e lottare fino alla fine, non può nulla sul preciso tiro in diagonale di Fioretti che regala tre punti preziosissimi al Catanzaro e manda all’inferno il Sorrento.

SALVI 5,5: L’impressione è che anche lui ci abbia capito poco di quello che Papagni voleva applicasse in campo. Schierato dall’inizio nell’inedito ruolo di terzino destro, a partita in corso viene addirittura spostato sull’out opposto dove, completamente a disagio, palesa tutti i suoi limiti, soprattutto quando si propone in fase offensiva.

DI NUNZIO 6,5: Si rassegni la Sorrento calciofila: a meno di un incredibile miracolo, tra due settimane sarà l’ultima volta che vedrà calcare con la maglia rossonera indosso questo roccioso difensore che, anche contro il Catanzaro, ha dimostrato ancora una volta, con una prestazione attenta e senza sbavature, di meritare palcoscenici e anche categorie sicuramente maggiori.

NOCENTINI 6: Nonostante sia spesso falloso come suo solito, offre una prestazione sufficiente, tanto da non lasciare l’amaro in bocca come troppo spesso capitato nelle fallimentari uscite precedenti.

BONOMI 5,5: Prestazione mediocre la sua perché, oltre a soffrire la velocità del dirimpettaio Catacchini, non riesce mai ad incidere in fase di appoggia alla manovra offensiva. Al 7’ della ripresa è costretto ad abbandonare il campo a causa di un infortunio. (dal 9’ s.t. CIAMPI 4: In campo ci scende, almeno fisicamente. Il problema è che mentalmente è completamente assente. Sbaglia un’enorme mole di passaggi apparentemente semplici, finendo col contribuire a creare scompiglio nella già intricata manovra rossonera).

CORSETTI 4,5: Se per l’amico Di Nunzio ci saranno rimpianti nel non vederlo più dalle parti di via Califano, per lui, probabilmente non verranno versate lacrime amare. Il fantasma del calciatore che negli anni scorsi aveva impressionato la platea costiera è tornato a ripresentarsi contro il Catanzaro, dove è protagonista, ovviamente negativo, di una prestazione assolutamente impalpabile (dal 17’ s.t. KONAN 6: Crea buone occasioni per mandare in rete i compagni, ma o per errori banali o per capricci della dea bendata, i suoi assist vengono come al solito sprecati.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

ESPOSITO A. 5: Vistosamente sotto tono, offre una performance assolutamente non degna di quelli che sono i suoi standard. Sarà stata la tournee con la nazionale under 21 a Dubai o un calo fisiologico dovuto ad una stagione in cui ha tirato il fiato quasi mai, ma il suo apporto in fase di pressing è assolutamente insufficiente (dal 31’ s.t. ARCURI 6: Entra convinto, e infonde spirito positivo a tutti i compagni. Nel finale è l’ultimo ad alzare bandiera bianca).

BEATI 5: Fa tanto gioco, ma come al solito rimane troppo scolastico. Non ha il carisma né la visione di gioco per carirarsi la squadra sulle spalle ed infatti per tutta la partita non si vedono né iniziative né tiri in porta che portano la sua firma.

TORTOLANO 6,5: Come spesso accade non si lascia intimorire dall’avversario e dalla disastrata situazione che lo circonda. Anzi è l’unico sempre disposto a mettersi in gioco e provare a pungere fino allo scadere.

BERNARDO 5,5: Che ormai si batta come un forsennato fino allo stremo delle energie è risaputo. Ma da un attaccante, oltre che battagliare, ci si attende, anche e soprattutto, che calci verso la porta. E lui, in questo, è quanto mai deficitario: la salvezza passa dai gol. Se neanche gli attaccanti ci provano, diventa dura.

MUSETTI 5: Parte bene, infatti dopo neanche un minuto dà vita ad un’ottima occasione per dare una svolta positiva al match. Ci riprova successivamente in varie occasioni, ma fallisce miseramente. La prestazione è volitiva, ma nel complesso sicuramente insufficiente.

ALL.PAPAGNI 4: Il suo Sorrento centra l’ennesimo buco nell’acqua, ma nonostante ciò continua ad illudere se stesso e la piazza che la squadra ha offerto una degna performance. Ormai non è più tempo di demonizzare la dea bendata né di attaccare con i rimpianti: a due giornate dalla fine solo un miracolo può salvare questo Sorrento dalla retrocessione diretta. “Alea iacta est”, siamo davvero giunti alla fine.

ANNALISA DE MARTINO
MICHELE GARGIULO

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!