Massa Lubrense, Gargiulo:”Adesso arriviamo a 40″

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Esalta il suo gruppo mister Luigi Gargiulo

Esalta il suo gruppo mister Luigi Gargiulo

“E’ stata la classica partita di fine campionato. Sotto ritmo e con poche emozioni”.
Luigi Gargiulo commenta così il pareggio strappato a Mirabella Eclano.
“Punto giusto nato da un grande eurogol del loro vantaggio e agguantato su rigore”.
Una partita che significava tanto soprattutto per l’Eclanese alla ricerca disperata dei play-out.
“Primi dieci minuti dove loro sono partiti fortissimo andando in vantaggio con merito – analizza Gargiulo -. Poi siamo venuti fuori noi che abbiamo pareggiato nel secondo tempo. Tanto possesso, ma poche emozioni. Abbiamo comunque giocato come voglio”.
Salvezza in tasca e soglia 40 raggiungibile. Alla fine è un Massa storico.
“Certo ottenere 40 punti era il nostro sogno nel cassetto e ci siamo riusciti merito di tutti”.
Il trainer costiero ringrazia tutti e dà appuntamento a tutti a mercoledì 1 maggio alle 16.30.
“L’obiettivo salvezza è stato raggiunto. Abbiamo un gruppo con delle regole precise che sono state rispettate e un attaccante da doppia cifra –conclude Gargiulo -. Contro la Us Angri abbiamo il dovere di raggiungere 40 punti”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!