Il pari fa toccare al Massa quota 37

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Ha toccato quota 15 Aldo Marino (foto Pollio)

Ha toccato quota 15 Aldo Marino (foto Pollio)

Un pari che serve solo all’Eclanese.
Gli irpini faranno i play-out con l’Atri  per restare in Eccellenza.
10 minuti di bel gioco da parte dei padroni di casa, poi solo Massa.
Il predominio territoriale degli uomini di Gargiulo non ha portato molti frutti, ma solo un nuovo punto che permette ai nero azzurri di raggiungere quota 37 e giocare il primo maggio il recupero con la Us Angri avendo nel mirino quota 40.
La carica emotiva dell’Eclanese aiuta i ragazzi di Montanile nei primissimi minuti, quando il Massa non è ancora entrato in ritmo e, dopo appena cinque minuti, Ruggiero serve Rossi che di sinistro con un tiro al volo insacca all’incrocio. Una rete splendida, che semplifica il lavoro dei padroni di casa e fa da sonnifero per la partita.
Alla ripresa del gioco c’è il pari. È un 1-1 che matura su rigore. Fallo di Capasso in area su Marino e calcio di rigore che lo stesso Marino realizza portando il risultato in parità. Sull’1-1 la partita riprende i suoi ritmi sonnolenti e l’unico interesse diventa l’attesa del 90’ e dei risultati dagli altri campi. I quali sanciscono che sarà un derby a decidere la salvezza dell’Eclanese.

Ecalense – Massa Lubrense 1-1
Eclanese: Gubitoso 6, Guardabascio 6.5, Sirignano 6.5, Rupa 6.5, De Simone 6.5, Capasso 6.5, Buonfiglio 6 (25’st Lo Priore 6), Saggese 6.5, Rega 6 (15’st Avino 6), Ruggiero 6.5, Rossi 6.5. All. Montanile 6.5.
Massa Lubrense: Stinga 6, Cantilena 6.5, Siniscalchi 6, D’Esposito 6.5, De Luca 6, Gargiulo 6.5, Iovino 6, Cappiello 6.5, Marino 6.5 (15’st De Stefano 6), Cacace 6 (30’st Palomba sv ), Di Leva 6 (25’st Balduccelli 6). All. Gargiulo 6.
Arbitro: Rossi di Torre del Greco.
Reti: 5’pt Rossi (E), 6’st rig.Marino (M).
Note: Ammoniti Rossi, Ruggiero e Capasso.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!