Massa – Us Angri deve rigiocarsi

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

AmmonizioneSembra avere dell’incredibile quanto accade nel girone B di Eccellenza. Dopo oltre un mese viene accettato il ricorso della Us Angri che da già retrocessa dovrà rigiocare il match con il Massa Lubrense.
Al peggio, forse quest’anno, non c’è mai fine. Infatti, dopo aver consegnato la vittoria a tavolino al Massa Lubrense per la gare contro la Us Angri, adesso avviene il dietrofront.
Da rifissare il termine per disputare i 90 minuti tra le due squadre.

GARA MASSA LUBRENSE – REAL NOCERA SUPERIORE DEL 17/2/2013

Il G.S.T., letta la delibera della Commissione Disciplinare Territoriale del 15.04.2013, pubblicata sul Comunicato Ufficiale del C.R. Campania, n. 99 del 18.04.2013, pag. 2236, con la quale sono stati rimessi gli atti ufficiali della gara in esame a questo Giudice; esaminati gli atti medesimi, nonché la documentazione a sostegno della richiesta di applicazione della causa di forza maggiore, esimente la società reclamante dalla responsabilità, di cui all’art. 55 N.O.I.F.; ribadito che la gara in epigrafe non si è disputata per l’assenza della società Real Nocera Superiore; tanto premesso, rileva, altresì, non soltanto che la società in argomento ha ritualmente documentato e giustificato la mancata presenza (giusta atto del 21.02.2013), dalla quale si evince che la società in parola è stata impossibilitata a raggiungere il campo sportivo, con il pullman sul quale viaggiava la squadra, a causa di un guasto, ma anche che la reclamante ha provato, in modo adeguato, come osservato dalla Commissione Disciplinare Territoriale, all’atto della remissione del fascicolo d’ufficio, che il suo primo reclamo, prodotto a questo G.S.T., era stato firmato non da dirigente inesistente, ma dal vice presidente, che ne aveva titolo, in costanza d’inibizione a carico del presidente pro tempore. Per tali motivi, dichiarata l’ammissibilità del reclamo e ritenuto che l’evento configura un caso di forza maggiore, in applicazione dell’art. 55, comma 1, N.O.I.F.
DELIBERA
di rimandare la gara al competente C.R. Campania per la rifissazione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!