Massa Lubrense, D’Esposito:”Salvezza cosa fatta adesso obiettivo 40″

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Contento di quanto fatto il terzino D'Esposito

Contento di quanto fatto il terzino D’Esposito

E’ stato autore di un buon campionato Raffaele D’Esposito che è pronto anche per l’ultima di campionato contro l’Eclanese.
“Se il mister vuole io ci sono”.
Non una frase di convenienza, ma la consapevolezza di aver svolto il proprio compito al meglio.
“Certo non ho fatto bene solo io, ma tutta la squadra – spiega l’ex giocatore del Treviso -. Forse potevamo fare qualche cosa in più”.
Si perché il Massa del girone di andata è stato il grimaldello che ha fatto saltare un po’ il banco. Avvio sprint e poi mantenimento sino alla quindicesima, ma sul più bello si è inceppato.
“E’ vero girone di andata ottimo, il ritorno troppo sottotono ed è questo il rammarico maggiore”.
L’obiettivo salvezza è stato centrato senza tanti patemi.
“Certo merito di tutti e soprattutto rimanere in Eccellenza era alla base del nostro progetto e l’abbiamo fatto senza troppi patemi”.
Un nuovo target i nero azzurri se lo sono dati presto:40. Non un numero al lotto, ma la quota da raggiungere dopo essersi salvati.
“Possiamo farlo contro l’Eclanese, ma guai ad abbassare la guardia”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!