Pallanuoto U13M: Lo Swimming schianta Pagani

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Swimmingu13“Che partita. Grazie ragazzi”. Con queste parole mister Giovanni Izzo ringrazia i pallanuotisti dello Swimming Sorrento.
Le ranocchiette sono state la prima formazione a far cadere in campionato la capolista Pagani.
Non si è giocato a Sorrento, bensì a Barra, ma per i giovani under 13 è un magic moment. Dopo la sosta il campionato è ripreso nel miglior modo possibile.
“Una grande crescita da parte di tutti. Non solo tattica, ma soprattutto tecnica”.
Izzo traccia la linea di quello che era e quello che sta diventando il suo gruppo. Le sconfitte maturate in avvio hanno fatto crescere i suoi ragazzi che adesso puntano solo a ragionare gara dopo gara.
“Questo girone di ritorno sarà il banco di prova più importante – spiega il coach -. Adesso viene il bello. Giochiamo più gare fuori casa e sapremo di che pasta siamo fatti”.
In soldoni: lo Swimming si testa adesso.
“Io mi aspetto almeno 15 punti, poi sarà la vasca a parlare”.
Un match che non ha precluso alcun tipo di emozione.
“E’ vero gara intensa, dura e vibrante. Tanti colpi di scena, ma noi l’abbiamo vinta grazie all’apporto della panchina di chi entra e da sempre il suo contributo come Carlo Gargiulo e Tizzano che hanno avuto uno step di miglioramento enorme”.
Uno Swimming che sbaglia troppi rigori (due), recupera, si fa recuperare e lascia andare Pagani sul 4-6 nell’ultimo quarto. Persa? No rinascita. Prima Giancarlo Gargiulo accorcia, poi Carlo Gargiulo e Tizzano firmano il sorpasso in rimonta.
“Io posso solo dire che per lo Swimming questo 2013 è ricco di soddisfazioni”,  conclude Izzo. L’allenatore delle ranocchiette, però, ci tiene a sottolineare una cosa. “Un grazie bisogna farlo anche a Marco Cannavacciuolo sotto il quale sono cresciuti per l’aspetto del nuoto i ragazzi della squadra”.

Swimming Sorrento – Pagani 7-6
(1-2; 2-1; 1-2; 3-1)
Swimming Sorrento: Gargiulo G, Cosic, Apreda, Vanacore, Di Maio (1), Pane (1), Borrelli, Tizzano (1) , Gargiulo Gi (3), Di Vuolo, Gargiulo C (1). All.: Izzo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!