Sorrento in rosa: presentata la terza tappa del Giro

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
La terza tappa nei dettagli

La terza tappa nei dettagli

Sorrento – E’ ufficialmente partito con la conferenza stampa indetta nella sala consiliare del comune di Sorrento il countdown per la terza tappa del Giro D’Italia, che partirà dalla città delle sirene per concludersi, dopo 212 km, a Marina D’Ascea. Dopo 2o anni la corsa rosa ritorna a  colorare le strade della città costiera, dopo la fugace apparizione in penisola di sei anni fa e l’ultimo appuntamento con il Tasso nel ’92. L’incontro moderato dal giornalista di Sportitalia Silver Mele è stato occasione per celebrare questo grande appuntamento e per ricaricare le batterie al movimento ciclistico costiero, soprattutto giovanile.
Tra i presenti in sala l’assessore alle attività sportive del comune di Sorrento Mario Gargiulo, che si è mostrato entusiasta dell’occasione non solo di rivivere le emozioni della corsa ciclistica più amata dagli italiani ma anche di rilanciare il turismo sorrentino, che i dati ufficiali vogliono in calo: «Siamo al via, finalmente ci siamo dopo tanti anni in cui abbiamo chiesto di riportare il giro a Sorrento. Grazie alla testardaggine di Pecchia che ha voluto fortemente la corsa e all’impegno dell’avvocato Carmine Castellano. Il Giro rappresenta la gara più importante ed è un modo per mettere in risalto le bellezze del territorio, un territorio unico e per dimostrare che la città crede ancora nei grandi eventi. L’appuntamento ha creato un indotto non indifferente, sono state prenotate 1200 camere. Sono stati fatti grossi sforzi per avere il giro e quest’anno ospiteremo la partenza della terza tappa, abbiamo assunto un grosso impegno». Parole, quelle dell’assessore Gargiulo, riprese dal presidente dell’Asd Team Ciclistico Sorrentino Stefano Pecchia, che ha diretto il comitato di tappa: «Si tratta di un progetto che parte da lontano con la collaborazione di Castellano, siamo stati contattati da RCS che ci ha comunicato l’intenzione di partire dal sul nel 2013, ci hanno chiesto la disponibilità di partire da Sorrento ma non è stato possibile accogliere la richiesta, siamo riusciti ad ottenere la partenza di tappa ed un circuito che toccherà Sorrento, Sant’Agnello e Piano. Non è stato possibile arrivare a Meta per problemi logistici, sarà per la prossima. Abbiamo pensato che la sola corsa non bastasse e abbiamo legato l’evento a una serie di manifestazioni. Devo ringraziare il comitato per il grosso impegno profuso, la Società Operaia di Mutuo Soccorso e l’amministrazione comunale. Grazie agli albergatori che riceveranno degnamente la carovana. Speriamo – conclude Pecchia – di riportare a Sorrento anche la Tirreno-Adriatico».
Dichiarazioni importanti anche dal presidente della Federazione Regionale Ciclismo Campania, giunto al quinto mandato consecutivo, che ha posto l’accento sulla necessità di avvicinare i più piccoli al ciclismo e anche di rifondare questo sport ripartendo dalla valorizzazione dei settori giovanili: «Mi auguro che questo sia un grande evento ma anche un momento per avvicinare i bambini a questo sport per fargli capire che non è necessario diventare campioni ma divertirsi e riappropriarsi del territorio. Il Giro quest’anno toccherà tre volte la Campania. Napoli, Ischia per concludere con la Sorrento-Ascea, cosa si vuole di più? Si tratta di luoghi stupendi che solo in questa regione possiamo incontrare». Il conto alla rovescia è partito: tra qualche giorno Sorrento e la penisola si tingeranno di rosa.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!