Slalom: i risultati del Trofeo Città di Massalubrense

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il pilota molisano Fabio Emanuele vincitore dello Slalom di Massalubrense

Il pilota molisano Fabio Emanuele vincitore dello Slalom di Massalubrense

Massalubrense – La quattordicesima edizione del Trofeo Città di Massalubrense si è conclusa con risultati soddisfacenti per i piloti costieri che non riescono ad aggiudicarsi la vittoria finale pur piazzandosi numerosi nella top ten della competizione. La palma di vincitore è andata infatti a Fabio Emanuele su Osella Alfa Romeo, che ha conquistato il primo posto con 162,93 punti, sopravanzando Sebastiano Castellano, al volante di una Radical Suzuki Sr4, di cinque lunghezze.
Il molisano Emanuele ha vinto dopo una battaglia entusiasmante incerta fino all’ultimo; ha  ha dominato Gara3 lasciandosi alle spalle Vinaccia, anch’egli su Osella Alfa Romeo,  e Sbaratta su Radical Prosport Suzuki, mentre si è piazzato al quinto posto nella prima manche, vinta da Luigi Vinaccia, e ha seguito da vicino il vincitore della seconda frazione di gara Castellano.
In classifica generale dietro il trio da podio formato da Emanuele, Castellano e Vinaccia si è piazzato Sbaratta, seguito da Venanzio su Radical Sr4 Suzuki, e Di Leva su Fiat 126 motorizzata Kawasaki. A chiudere la top ten De Gregorio su Fiat 126 Yamaha, Gargiulo al volante di una Fiat 600 Suzuki, Marzuillo su Renault Clio e Paolillo su Peugeot 106.
Si tratta quindi di un bis per Fabio Emanuele, tre volte campione italiano di specialità, che nella scorsa edizione dello slalom costiero era riuscito a imporsi davanti a Vinaccia e Castellano.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!