Il caso Teta sbarca alla Disciplinare

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Il Vico ricorre alla Disciplinare per il caso Teta

Il Vico ricorre alla Disciplinare per il caso Teta

Archiviato il week-end rovente in campo e fuori sull’asse Torrecuso-Vico Equense, la palla ora passa alla Commissione Disciplinare. Il caso Teta, che ha cambiato il volto della classifica del girone B, è finito sul tavolo della CDT la quale dovrà pronunciarsi sulla sentenza del Giudice Sportivo che ha ribaltato il risultato di Calpazio-Vico Equense maturato sul campo. Tuttavia con la stagione agli sgoccioli, l’interrogativo riguarda la tempistica del procedimento. C’è il rischio, infatti, che la vittoria del campionato venga decisa nelle aule della Giustizia Sportiva. Se così fosse, dovrebbe comunque avvenire entro un termine ragionevole per consentire di stabilire le griglie degli spareggi retrocessione. Ad ogni modo uno scenario certamente da scongiurare se non si vuole intaccare il regolare svolgimento del campionato. Allo stesso tempo, però, appare alquanto improbabile che la Commissione Disciplinare si riunisca in queste ore per confermare o sconfessare l’operato del Giudice Sportivo. Mentre ci si appresta a vivere l’ultima cruciale settimana agonistica, il dato di fatto è che l’intero torneo sia subjudice. Il verdetto emesso giovedì scorso ha spiazzato, oltre l’entourage del Vico Equense, un po’ tutti gli addetti ai lavori. Le disposizioni federali non lasciano dubbi interpretativi in merito: il calciatore svincolato viene inserito dalla società nelle liste di svincolo, ma si considera senz’altro tesserato con essa fino al termine a partire dal quale lo svincolo diventa esecutivo (nel caso di specie il 17 dicembre). Al contrario, il G.S. ha deciso di far valere la data di spedizione della raccomandata attestante lo svincolo (14 dicembre). Il club costiero è ottimista sul ripristino dello status quo in vetta, ma intanto sabato prossimo potrebbero essere gli avversari a far festa. E in questo caso l’unico giudice sarà il rettangolo verde.

Claudio De Vito

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!