Folgore Massa: Il 17 non porta bene alla Giacobelli’s band

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Folgore Massa12-13Si ferma a quota 17 la striscia vincente della Folgore Massa. A Cicciano contro la rivelazione Ceram Styling Store è un 3-1 che non ammette repliche. Troppo brutta la squadra costiera per essere vera. La partenza lanciata illude la Giacobelli’s band che accusa il colpo e perde 3-1. Chiuso matematicamente il discorso play-off, in due gare i bianco verdi si giocano il primo posto.
Partenza diesel della Folgore. Precisa ed efficiente in cambio palla, un po’ meno in difesa il team massese  permette al Cicciano di fare un gioco veloce che la mette in poca difficoltà. Dopo il secondo time out tecnico, al quale il sestetto di Giacobelli è avanti 16-13, l’accelerata decisiva con le battute di Longobardi che hanno seminato il panico nella retroguardia dei padroni di casa favorendo in grosso modo la difesa e il contrattacco portati a termine da Russo e Terminiello. Punteggio netto e gara in discesa, apparentemente per la Folgore che però va in tilt.
Dopo pochi scambi l’opposto Russo si infortuna alla caviglia in un classico scontro sotto rete. Lascia il campo ed entra Durante; l’infortunio blocca mentalmente la Folgore che fa fatica a riequilibrare i nuovi assetti. Cicciano cambia volto, sbaglia di meno e inizia a difendere molto portandosi avanti. Al secondo time out tecnico però Coppola e compagni sono addirittura avanti di uno (16-15).  Al rientro in campo c’è il black-out. I padroni di casa hanno spinto di più in battuta mentre il cambio palla costiero va ai box e non riesce ad uscirne prima della fine del set. 1-1 e tutto da rifare.
Partenza da brividi col Cicciano che vola 10-4. La Folgore non c’è con la testa, a farla da padrona lo scoramento e nervosismo condizionano non poco le giocate, ma nonostante tutto riprende la bussola il sestetto massese che si porta sul 18 pari.
La voglia di mettere la parola fine alla corsa del primo posto è un fattore in più, ma come in avvio le percentuali della battuta si riducono drasticamente, il cambio palla torna ai box per una revisionata e i padroni di casa passano avanti.
5-1 e 11-4 Cicciano. Su questi due parziali Giacobelli ha già speso i due time out discrezionali. La Folgore si riprende sino al 14-11, ma è una tiepida fiammata e nulla più. Cicciano sbaglia ancora meno, i costieri sono confusionari e non reagiscono alle difficoltà consegnando la vittoria ai padroni di casa.

Ceram Styling Store Cicciano – Folgore Massa 3-1
(14-25, 25-20, 25-19, 25-14)
Folgore Massa: Coppola (K), Russo, Cinque, Durante, Ruggiero (L1), Mastellone (L2), Longobardi, Terminiello V., Terminiello S., Miccio, Giacobelli, Fiorentino. All.: Giacobelli.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!