Settebello del Massa al Città di Angri

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Tris per Marino che chiude in bellezza al Cerulli

Tris per Marino che chiude in bellezza al Cerulli

Saluta il Cerulli e il suo secondo anno in Eccellenza con un settebello il Massa Lubrense targato Luigi Gargiulo. Saranno state troppe le reti dei costieri che hanno dato ampio spazio a tutto il roster a disposizione.
Che potesse essere una giornata di festa lo sapevano in tanti. Tutto al di là del risultato per l’ultima stagionale in casa per i nero azzurri.
Il tecnico senza se e ma dà spazio a tutti. Si rivede De Maio dal primo minuto, poi nella ripresa dentro Palomba, Balduccelli e Mastellone. Un tuffo nella passata juniores che sfiorò l’impresa l’anno scorso nelle finali regionali.
C’è tanto di quel bel Massa che all’inizio stagione aveva messo i bastoni tra le ruote a tanti. Apre su calcio piazzato Cappiello, poi si scatena Marino.
Il Toro di Praiano piazza la tripletta. Prima sfrutta un’indecisione del giovane portiere doriano, poi con la sua classica progressione supera il pipelet ospite e la mette dentro, e alla mezz’ora ringrazia Cantilena che lo libera con un assist al bacio.
Passata la buriana del primo tempo i nero azzurri nella ripresa ne fanno altri tre.
Di Leva vuole mettere il timbro su una stagione altalenantee va in rete dopo soli 360 secondi, poi è la volta dei giovani Balduccelli e Palomba che arrotondano il finale.
E’ stata, però, la festa di tutti. La prima squadra nero azzurra in primis, ma tutta la società che al termine del match ha offerto dolci ai piccoli allievi della scuola calcio che erano accorsi all’impianto massese per salutare i propri beniamini e divertirsi con una giornata di sport.

Massa Lubrense – Città di Angri 7-0
Massa Lubrense: Fiorentino, Cantilena, D’Esposito, De Maio (1’st Balduccelli), Siniscalchi (1’st Mastellone), Cappiello, Iovino, Cestaro, Marino (7’st Palomba), Di Leva, De Stefano. A dip.: Stinga, Terminiello, De Angelis, Volpe. All.: Gargiulo.
Città di Angri: Branciaccio M, Gabbiano (35’pt La Mura), De Prisco A, De Prisco E, Brondi, Pepe, Scarlato, Brancaccio G (1’st Cavallaro), Mercurio, Alfano, D’Auria (24’st Avino). A disp.: Cirillo, Vertolomo, Cesarano. All.:  Rega.
Arbitro: sig. Nunziata di Torre Annunziata
Marcatori: 16’pt Cappiello (M), 18’,24’ e 29’pt Marino (M), 6’st Di Leva (M), 15’st Balduccelli (M), 40’st Palomba (M).
Note: Spettatori 100 circa. Ammoniti: Di Leva, Scarlato, Mercurio.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!