Speciale Derby. Qui Sant’Agnello. Di Donna: “Vogliamo il punto che ci manca”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Le parole del difensore santanellese Di Donna sul prossimo derby con il Vico.

Le parole del difensore santanellese Di Donna sul prossimo derby con il Vico.

Sant’Agnello – E’ stato uno dei migliori centrali del campionato il difensore del Sant’Agnello, ex Napoli, Giuseppe Di Donna, che sabato cercherà di arginare la furia dell’attacco del Vico Equense nell’attesissimo derby costiero del Massaquano. Lo stopper rispolvera un concetto già ribadito più volte: il Sant’Agnello con la capolista cercherà il punto salvezza: «Ce la giocheremo, vogliamo trovare il punto che ci manca per la salvezza aritmetica, sappiamo che in penisola il derby è molto sentito e noi vogliamo prenderci il massimo, anche i tre punti».
Idee chiare, forti di un campionato da protagonista che, però, non è ancora finito. Serve un punto altrimenti si dovrà aspettare il risultato delle pretendenti alla salvezza, in testa l’Atripalda, ma Di Donna non ci pensa neppure a giocarsi la salvezza sui risultati delle avversarie: «Noi vogliamo giocare la nostra partita e al termine di questa tireremo le somme, solo alla fine guarderemo gli altri risultati. Noi il nostro lo abbiamo fatto, con tranquillità alla fine della partita ci guarderemo attorno».
Prima della partita che può segnare la salvezza per gli uomini di Guarracino Di Donna tira le somme del proprio campionato, il primo con il Sant’Agnello: «Mi sono trovato subito bene, ringrazio il mister il presidente ed i miei compagni, spero di restare anche per la prossima stagione e di migliorare ancora sia in termini di gol che di prestazioni». Una prossima stagione alla quale, una volta conquistata la permanenza in Eccellenza, potrà guardare con ottimismo e magari con obiettivi più ambiziosi mantenendo l’attuale ossatura della squadra: «Credo proprio che la squadra potrà fare meglio, con la squadra che abbiamo costruito da gennaio in poi credo che faremo molto bene, più di quanto fatto finora».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!