Gimel: sconfitta nello scontro diretto con Salerno

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Massalubrense – Continua il momento non positivo in termini di risultati per la Gimel Sant’Agata che perde lo scontro diretto con la Royal Salerno trovando la quarta sconfitta consecutiva in campionato. Una battuta d’arresto che non mette in discussione la permanenza in C per il secondo anno consecutivo ma un risultato diverso avrebbe significato il sorpasso in classifica proprio ai danni delle salernitane ora distanti 4 punti, 29, contro i 25 delle gimelline. La partita è stata combattuta sin dal primo set con la Gimel brava a portare a casa il parziale e a mettere in discesa la partita. 25-19 il risultato giocando da ottima squadra.
A partire dal secondo set le ospiti sono uscite fuori riuscendo a ribaltare il risultato. Nel secondo parziale vittoria di Salerno per 22-25 dopo un set giocato punto su punto ma caratterizzato da un duro colpo per le santagatesi costrette a fare a meno di Carmela Aversa che ha subito un infortunio alla caviglia che l’ha purtroppo tolta dai giochi. La storia si è ripetuta nel terzo set con la Gimel che ha mostrato di aver subito il contraccolpo psicologico dell’infortuni. Ancora una volta Royal vincente con punteggio identico al precedente, 22-25.
Nel quarto e decisivo set la squadra di mister Aversa ci ha provato ma non è riuscita a portare la sfida al tie break perdendo per 21-25 e non riuscendo a portare a casa nemmeno un punto come era accaduto nella sfida precedente contro Volley Cava.
Prossima sfida per l’onda biancoblu in trasferta contro la Vulcano Buono Nola, prima dell’impegno proibitivo contro la Fiamma Torrese. Due partite molto difficili che la Gimel dovrà affrontare con carattere e, si spera, con la Aversa in campo per cercare di ottenere il massimo prima del gran finale del campionato.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!