Il vice-presidente Mastellone:”Sorrento io ci credo ancora”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
"Io ci credo ancora". Chiaro il messaggio del vice-presidente Gaetano Mastellone (foto Pollio)

“Io ci credo ancora”. Chiaro il messaggio del vice-presidente Gaetano Mastellone (foto Pollio)

Nel pomeriggio di ieri il vice presidente Mastellone ha lanciato un ultimo appello in vista della ripresa della preparazione del Sorrento. Un post che guarda al futuro e invita tutti a puntare ancora alla salvezza.

Sorrento Calcio. Ci credo perché sono un combattente! Parlerò “di tante cosucce” a fine campionato. Ora silenzio!
Mai ammainare la bandiera o la fascia, ci credo ancora.

Lotterò, ovviamente dal di fuori e non dal campo, sino alla fine come mi auguro faranno gli altri, anche i colpevoli di questa situazione. I conti li tireremo alla fine del campionato. Il giorno dopo parlerò di tutto e di più. Ora solo silenzio.
Una persona, non sorrentina, oggi mi ha inviato una mail, e ne riporto solo un pezzo: “Cosa ne sarà di questo Sorrento Dottore? Se malauguratamente dovesse finire così, non sparirà mica il calcio in costiera? Non datela vinta a chi non vuole il Sorrento calcio a Sorrento…”.
Statene certi CHI non ama il Sorrento a Sorrento sarà pubblicamente additato per gli errori o per le promesse fatte; noi, uomini veri, non abbiamo paura di parlare anche documentando. Societariamente dal punto di vista finanziario sono stati fatti dei miracoli. Sul versante “tecnico” ci sono state tante, troppe, interferenze e tanti errori. Sarà giusto far notare, poi, questi aspetti. Ora serve solo silenzio, ambiente tranquillo e concentrazione.
Dobbiamo pensare a vincere assolutamente contro il Catanzaro e tenere d’occhio il risultato di Carrarese-Barletta che, comunque vada, ci darà un vantaggio. Poi a Frosinone per far punti, e poi a vincere con i nostri cari amici della Nocerina che lotterà per la B nei play off …….. ed io farò tifo per loro.
Ce la possiamo fare, ma serve lottare in campo con maggiore determinazione. Dobbiamo avere fame! Alla fine del campionato poi faremo i conti con “i tanti professori” (interni ed esterni) che ritengono di capirne di calcio! Ognuno, me compreso (ma io so stare dalla mia parte), deve fare bene il proprio mestiere, mestieranti fasulli non servono e devono mettersi da parte come coloro i quali pensano di saperne di calcio solo perché lo guardano in Tv. Ho tante, troppe, cose da dire; le dirò con estrema chiarezza. Ora un solo grido: FORZA SORRENTO.
Un piacere chiederei a tutti: chi non ci crede, ovviamente è padronissimo di farlo, per il bene di tutti SI STIA A CASA. Grazie dell’attenzione. Da oggi in avanti io avrò “bocca cucita” perché è meglio star zitti in quanto dentro ho troppa amarezza e troppo veleno; potrei azzannare e, per il momento, non desidero farlo.
FORZA SORRENTO.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!