Papagni:”Sorrento massima attenzione del Perugia”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
"Adesso sarebbe quasi impossibile, ma giocheremo senza assilli" parola di Aldo Papagni (foto Penna)

“Adesso sarebbe quasi impossibile, ma giocheremo senza assilli” parola di Aldo Papagni (foto Penna)

Ha già messo in soffitta la sconfitta contro il Pisa mister Aldo Papagni che non vuole guardarsi indietro.
“Meglio non ritornare su quella ferita”. Sintetizza così il match con i nero azzurri l’allenatore del Sorrento. Si, perché il sacco, l’ennesimo all’Italia della stagione, fatto dai toscani pesa come un macigno su quelle che saranno le prossime quattro sfide dei rossoneri.
Un fardello pesante, prima nella testa e poi in graduatoria la rete di Favasuli.
Domenica l’ennesima strada in salita attende i costieri: il Perugia.
In questo momento è un po’ come affrontare lo Zoncolan per un velocista in crisi. In pratica: una missione impossibile.
“Gli umbri sono in forma e giocano un calcio bellissimo ed efficace”.
Chiaro e diretto il messaggio ai suoi targato Papagni. L’ex trainer dell’Andria va ancora più a fondo all’analisi dell’avversario.
“Sono davvero micidiali se solo concedi loro delle opportunità”. A pensarci a mente fredda il peggior avversario possibile di questo finale di campionato.
I ragazzi dei presidenti Durante e Ronzi hanno, però, fatto tutto quello che si deve per cercare di limitare i propri contendenti nella sfida del Curi.
“Bisogna avere la massima attenzione in ogni particolare che abbiamo studiato e dovremo mettere in pratica contro di loro – evidenzia Papagni -. Primo obiettivo sarà quello di ridurre le loro potenzialità”.
Sebbene il viaggio in Umbria sia confortato da tre precedenti vittoriosi, la mente non dovrà rivolgersi al passato, ma solo al presente.
“Tradizioni? Sono valide per gli almanacchi” sbotta il tecnico, “il presente è tutta un’altra cosa”.
Piedi ben piantati in terra e consapevolezza che definirla come Davide contro Golia non è un reato. “Alla fine è vero”. C’è un però che potrebbe far pensare in positivo: l’ultima sconfitta è stata inflitta ai grifoni dal Barletta.
Papagni non ci pensa nemmeno a quel lontano giorno in cui i bianco rossi vinsero, ma sa che considerati i valori e la classifica c’è la possibilità di stare tranquilli.
“Da perdere non abbiamo nulla e in fase di possesso palla cercheremo di far male”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!