Polisportiva battuta da Civitanova in Gara1

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
Polisportiva sconfitta a Civitanova in Gara1 dei quarti dei playoff di Serie A3

Polisportiva sconfitta a Civitanova in Gara1 dei quarti dei playoff di Serie A3

Civitanova Marche – Gara1 sfortunata per la Polisportiva Sorrento che esce battuta dallo scontro playoff con Civitanova Marche nella prima sfida dei quarti di finale di Serie A3. Non è bastato alla squadra di coach Falbo il recupero delle atlete infortunate, in primis la lungodegente Minadeo e Valisena, assente nelle ultime due partite, per riuscire a ribaltare il pronostico che voleva le marchigiane favorite nello scontro dopo due vittorie nel corso della regular season.
Risultato purtroppo mai in discussione, nel corso della partita la squadra di coach Dillier ha preso in mano le redini del gioco e il risultato senza più permettere il ritorno sorrentino. La Polisportiva ha pagato un avvio shock, durante il quale Civitanova ha accumulato ben dieci punti di vantaggio chiudendo sul 21-11 alla prima sirena. Nel secondo quarto buona reazione delle costiere che riescono a chiudere pareggiando quantomeno il conto nel corso del parziale, terminato 15-15, risultato che ha lasciato però invariato il gap accumulato dalle padrone di casa nel corso del primo tempo. 36-26 all’intervallo.
Non era la sfida migliore, dopo due buone prestazioni contro Brindisi e Potenza, per farsi spaventare dallo spettro del terzo quarto e invece il calo ormai fisiologico della squadra dopo i dieci minuti di stop tra secondo e terzo quarto si è presentato aleggiando sul parquet marchigiano e permettendo alle padrone di casa di chiudere praticamente la partita con un parziale mortifero di 15-6. Non è bastato alla Polisportiva il colpo di coda finale, con il pareggio nell’ultimo quarto 9-9, per rimettere in sesto le sorti della gara e invertire la rotta. E’ finita 60-41 con la prospettiva di gara 2 in casa all’Atigliana sabato alle 18.30 per sperare in un ribaltone per potersi poi giocare tutto ancora a Civitanova dopo quattro giorni. Servirà un impresa, ma le note positive della prima partita, soprattutto in termini di recupero dagli acciacchi, potrà riservare sorprese, altrimenti il campionato della Polisportiva si chiuderà con il raggiunto obiettivo della permanenza in serie A3 e il pensiero sarà subito rivolto alla prossima stagione.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!