Il Sant’Agnello va in bianco, ma ottiene un punto

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
NandoUliano_SA

Riesce a mantenere inviolata la propria porta Nando Uliano

Angri. Finisce a reti inviolate la sfida del “Novi”, con i padroni di casa che, pur ufficiosamente condannati alla retrocessione, continuano ad onorare il campionato, e lo hanno dimostrato anche ieri pomeriggio, quando pur soffrendo hanno strappato un pareggio ad una squadra come il Sant’Agnello, che invece ha motivazioni da vendere, dovendo ancora assicurarsi la certezza della salvezza. Primo tempo noioso.
La partita non ha entusiasmato per qualità, con un primo tempo giocato a basso ritmo, anche se i grigiorossi si sono lasciati preferire, avendo cercato in più occasioni la via della rete. Sul fronte opposto, l’unico vero brivido è arrivato con un bel tiro di Vittorio Esposito al 25’, sul quale però Battaglia si fa trovare preparato.
Ripresa più interessante.
Sicuramente più interessante, invece, la seconda parte di gara.
Protagonisti inizialmente gli ospiti, che partono forte e sfiorano il gol con Carotenuto, presentatosi a tu per tu con il portiere avversario, ma impreciso nella conclusione. Poi, dopo un paio di mischie in area angrese, ci prova Di Donna, ma Battaglia è ancora bravo. Intorno a metà tempo può cambiare tutto ma non cambia nulla: il Sant’Agnello va a bersaglio con Macarone, ma l’arbitro annulla per fuorigioco; sul fronte opposto uno splendido calcio di punizione di Salzano va a colpire in pieno il palo, salvando Uliano e il Sant’Agnello.

Us Angri – Fc Sant’Agnello 0-0
Angri: Battaglia 6.5, Zarra 6.5, Gentile 6 (37’st Quattroventi sv), Iaccarino 6, Mercurio 6, Memoli 6, Cariello  6.5 (15’st D’Antonio 6), Salzano 6.5, Santonicola 6 (25’st Nacchia 6), Auletta 6, Zambardino 6. All.  Troiano 6.
Sant’Agnello: Uliano 6, Macarone 6.5, Scippa 6.5, Serrapica 6, Di Donna 6, Architravo 6.5, Cioffi 6 (28’st Carotenuto 6), Inserra 6.5, Scelzo 6.5 (32’st Sessa sv), Esposito V. 6.5 (10’st Cappiello 6.5), Ferraro 6.5. All. Nardo 6.5.
Arbitro: Di Nardo di Napoli 6.
Note: Ammoniti Mercurio, Zambardino, Quattroventi e Di Donna.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!