Evacuo: “Ripartire dopo le soste sempre difficile, ma siamo carichi”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
L'esultanza di Davide Evacuo dopo uno dei gol messi a segno con il Vico.

L’esultanza di Davide Evacuo dopo uno dei gol messi a segno con il Vico.

Vico Equense – Lo sport peninsulare riaccende i motori dopo la sosta per le festività pasquali e a fibrillare maggiormente non può che esserci il Vico di Ciaramella che è lontano quattro gare dal raggiungimento dell’obiettivo D. Domenica al Massaquano arriva il Città di Angri che all’andata riuscì a battere la capolista ma sembra in crisi societaria. Tra i più carichi l’attaccante Davide Evacuo che spiega le difficoltà della coda del campionato d’Eccellenza per la sua squadra: «Ritornare dopo le soste non è mai facile ma siamo carichi, vogliamo la vittoria a tutti i costi e prenderci il campionato, abbiamo giocatori importanti e non prendiamo sottogamba questo tipo di gare anche se loro forse giocheranno con la Juniores. In ogni caso noi siamo pronti a vincere».
Arrivato nel mercato invernale ha dimostrato a suon di gol il suo attaccamento alla causa vicana chiarendo la sua scelta poi di rimanere in rosa anche dopo la crisi che di cui negli ultimi periodi si è ampiamente parlato e che ha rivoluzionato il roster e lo staff del Vico: «Parlo per me, non ho mai avuto problemi, il presidente ha mantenuto i suoi impegni e non posso che ringraziarlo e sinceramente non mi sembrava corretto lasciare la squadra, per il resto non sono io a tenere i conti della società e guardo le cose dal mio punto di vista».
Per la punta tra le gare che aspettano i vicani quella più complicata sarà proprio quella di chiusura del campionato, contro la Virtus Scafatese, e spiega perchè: «Penso che una partita importante di questi ultimi turni sia quella con la Scafatese perchè passa un periodo di ottima forma sotto la guida di PAsquale Esposito mentre le altre suadre saranno un po’ senza motivazioni e a questo punto contano molto. Sarà una squadra che potrà darci filo da torcere e poi l’incontreremo all’ultima, si sa, il calcio è strano, potremmo essere al primo posto o al secondo».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!