Sorrento a segno con la cura Papagni

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Con Papagni (foto Penna) si segna con costanza

La politica dei piccoli passi sta portando i suoi frutti. Qualche cosa dal cambio di allenatore in casa Sorrento è cambiato.
Con Papagni i rossoneri si sono riscoperti più prolifici rispetto all’era Bucaro.
Nell’arco di sette gare disputate con il tecnico di Bisceglie in panchina i costieri sono andati in rete per quattro volte. Cinque le segnature la media che si avvicina a 1 a partita.
Se negli interpreti del reparto offensivo sono sempre gli stessi, la variazione si è avuta sotto l’aspetto mentale.
E’ girato qualche cosa dalla sfida con il Latina in avanti.
Più spregiudicatezza, forse, ma la consapevolezza che le capacità per fare male ci sono e si dividono equamente nelle possibilità tecniche di ogni elemento del reparto avanzato.
Uscito Schenetti, andato al Como, nell’ultimo mercato invernale è stato messo dentro Tortolano. Sebbene il furetto scuola Milan sia stato bravo a totalizzare 3 reti in rossonero non è mai nato l’amore con la terra delle sirene.
L’esterno ex Latina si è subito presentato con un goal ai suoi ex compagni poi tanto lavoro oscuro per garantire quel pizzico di imprevedibilità in più al tridente targato Papagni.
Bernardo si è sbloccato anche all’Italia, mentre Musetti dopo la rete di Prato ha mancato l’appuntamento con il goal al Putilli.
Tutti segnano, manca all’appuntamento solo l’ivoriano Konan.
Contro il Pisa ci sarà anche l’opportunità di vederlo in azione dal primo minuto. Infatti, l’allenatore ex Taranto contava di averlo pienamente a disposizione dopo Pasqua, cosa che si è puntualmente avverata anche se in terra di Puglia avrebbe fatto comodo la sua voglia di misurarsi con gli avversari.
Forse ripartire proprio da Konan potrebbe essere l’arma in più del Sorrento in vista di un infuocato finale di campionato contro compagini in lizza per gli spareggi promozione.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!