Apd U17M: Procida sconfitta, finale provinciale vicina

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agnello – La formazione Under 17 maschile dell’Apd Carotenuto Sant’Agnello ha centrato la vittoria in gara 1 nelle semifinali provinciali del campionato di categoria. La squadra allenata da mister Paolo Russo, campione in carica provinciale, regionale e sesta formazione in Italia, si avvicina quindi al primo traguardo della stagione senza troppi intoppi.
Nella sfida giocata alla tendostruttura di Via Dei Pini infatti la squadra ha spazzato via gli avversari con un netto 3-0 rendendo più semplice il ritorno che si giocherà il prossimo 2 aprile. La prima finalista sarà quindi già scritta prima dell’inizio dell’altra semifinale tra Ediltutto Pomigliano e AsischiaPallavolo, squadra che con tutta probabilità sarà l’altra partecipante alla sfida per il titolo di campione provinciale e che è già stata battuta in campionato dalla Apd Carotenuto per due volte, sempre con il punteggio di 3-0.
La finale si giocherà l’11 aprile a Napoli; sarà poi la volta della finale regionale e delle nazionali che quest’anno si terranno tra Policoro, Scanzano Jonico e Nova Siri, in Basilicata, dal 6-9 giugno 2013.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!