Alla Gran fondo Francesco Cesarini si impone Nikandrov, Sbaratta chiude 25mo

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Questa volta chiude 25mo Stefano Sbaratta

A spuntarla ancora una volta è il russo Nikandrov.
Alla Gran fondo Francesco Cesarini – Trofeo dell’Amore 2013 svoltasi a Terni festeggia lo straniero.
Una corsa in cui il costiero Sbaratta (Team Ciclistico Sorrentino) tiene sino all’ultima ascesa, ma becca 7 minuti in poco meno di 20 chilometri e chiude 25mo.
Differente la morfologia ed il ritmo della corsa. Tante salite lungo i 123Km di gara e ritmo elevatissimo.
Fasi di studio ridotte allo zero e immediata selezione sulla prima ascesa di giornata. Il gruppo si fraziona, sono 50 in testa e al bivio tra medio fondo e gran fondo le unità diminuiscono a 30.
Rifiatare in discesa? Neppure per idea le squadre e i ciclisti danno fondo a tutte le loro energie, ma sulla penultima salita Sbaratta non tiene botta e scollina con 200 metri di svantaggio che non riuscirà più a recuperare chiudendo a 7 minuti dal vincitore .
Negli ultimi 20mila metri la selezione aumenta e all’arrivo si presentano in tre Nikandrov (team Kiklos Abruzzo), Castagnoli (Asd Bicimania) e Borrelli (Team Convertini). Allo sprint ci sarà lo stesso ordine d’arrivo in una gara corsa senza esclusione di colpi.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!