Barletta – Sorrento 0-0, le pagelle: Fusar Bassini cambia il match, Musetti compleanno amaro

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Riccardo Musetti, nel giorno del suo compleanno si è divorato un gol a fine primo tempo (foto Penna)

ROSSI 6: Un rientro tutto sommato tranquillo per lui, impegnato seriamente solo nel finale dai calci di punizione di Allegretti. Graziato da Simoncelli e La Mantia, la sua voce è fondamentale per guidare una retroguardia formata per 4/5 da under 21.
BALZANO  s.v.: Alza bandiera bianca dopo un quarto d’ora in seguito ad un duro scontro di gioco (dal 16′ p.t. FUSAR BASSINI 6,5: Il suo ingresso cambia la partita: sulla sinistra affonda che è un piacere, affettando Calapai con una facilità disarmante e offrendo anche un ottimo apporto in fase difensiva)

CIAMPI 5,5: Parte bene, sbagliando il minimo sindacale. Nel finale, invece, va in bambola, peccando nel posizionamento in occasione del gol mancato da Simoncelli.

TERMINIELLO 6,5: Un’unica sbavatura nel finale, quando, ciccando l’intervento, apre l’autostrada del gol a La Mantia. Un unico neo di una prestazione superba, in cui con attenzione e caparbietà non esce mai fuori dalle righe.

KOSTADINOVIC 6: Molina lo costringe sulla difensiva e lui si sacrifica coprendo lo spazio a lui destinato. Nella ripresa mette la testa fuori dal guscio, sfornando un cross perfetto su cui Musetti arriva in ritardo.

GUITTO 6: La sua mobilità è l’arma in più nel primo tempo: la ricerca degli spazi aperti da Bernardo spariglia la difesa barlettana, che soffre la sua verve. Nella ripresa, invece, cala come tutta la squadra. (Dal 40’s.t. TORTOLANO s.v.: Troppo pochi otto minuti per cambiare la partita).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

BEATI 6: Compie un grosso in avanti rispetto alle ultime prestazioni: nonostante di fronte abbia un vecchio marpione come Allegretti riesce a trovare il tempo e lo spazio per dispensare palloni a ripetizione, limitando al minimo gli errori.

SALVI 6: Con uno sguardo a Dezi e l’altro alla costruzione del gioco, compie il compitino sudando e lottando come suo solito. La rabona con cui nel secondo tempo fa nascere una delle poche azioni pericolose fa stropicciare gli occhi ai presenti e sbalordire chi ne conosce le caratteristiche tecniche.

BONOMI 6: Parte esterno sinistro e soffre le discese di Calapai. Da centrale, invece, si disimpegna discretamente guardando a distanza il fantasma Barbati.

MUSETTI 5: Quell’errore a due passi dalla porta alla fine della prima frazione di gioco grida ancora vendetta. L’avesse messa dentro, come 99 volte su 100 un attaccante della sua qualità fa, la stagione avrebbe preso forse una piega migliore e gli avrebbe consentito di festeggiare il compleanno con uno spirito diverso (dal 26′ s.t. CORSETTI 5,5: Non riesce a garantire quella brillantezza in grado di cambiare volto al match).

BERNARDO 6,5: Sempre nel vivo dell’azione, è lui il fulcro di tutte le azioni offensive rossonere. Da solo tiene a bada due difensori pugliesi, riuscendo anche, grazie alla sua caparbietà, a regalare a Musetti l’assist che l’ex Cremonese poi spreca.

All.PAPAGNI 6: Nonostante l’emergenza, il Sorrento a Barletta ha rischiato seriamente di vincere, quindi i suoi meriti, al di là della pochezza dell’avversario, ci sono. Resta il rammarico di non aver provato a vincerla, magari rischiando il tridente nel momento in cui, nel secondo tempo, i pugliesi erano chiaramente allo sbando.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!