Inserra: “Importante passare una sosta serena, il morale è alto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il centrocampista santanellese Inserra si riprende la squadra dopo la doppietta all’Ippogrifo Sarno.

Sant’Agnello – E’ un Vittorio Inserra raggiante dopo la doppietta messa a segno contro l’Ippogrifo Sarno in una vittoria che ha praticamente consacrato la salvezza per il Sant’Agnello. Un segno importante che siano stati proprio lui e Macarone a firmare l’importante successo, a testimonianza del valore della “cantera” santanellese e in più hanno riconsegnato a Guarracino, che ha avuto parole di miele per il suo giocatore, il centrocampista che firmava in Promozione gol a ripetizione con le movenze di un veterano: «Le parole del mister sono state una conferma per me anche se non ho dato quello della stagione scorsa, in trenta minuti ho fatto quello che non avevo fatto nelle altre gare, l’allenatore anche nelle altre gare però non mi ha mai fatto mancare il suo sostegno e mi ha sempre tenuto in considerazione».
Nel corso della puntata di ADesso Calcio in onda su Metropolis Tv in cui il Sant’Agnello è stato ospite Inserra ha risposto ai complimenti del mister simarcando il legame che unisce i giovani santanellesi al loro allenatore: «Guarracino per me rappresenta tutto, mi ha portato dalla Prima Categoria con sè in Promozione e in Eccellenza, mi ha dato le basi e tutto quello che mi serviva per diventare ciò che sono adesso».
La sosta sorprende il Sant’Agnello in una posizione ormai tranquilla di classifica e, come aveva profetizzato l’allenatore, passa la patata bollente alle squadre che inseguono, che potrebbero rimanere invischiate nella lotteria dei playout: «L’importante era vincere – continua Inserra – se noi vinciamo non abbiamo nessun problema, il morale è alto e c’è tanta serenità, si può pensare al prossimo anno che potrà avere obiettivi più importanti e ambiziosi».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!