Primaverile VdL: “Equinozio” a Torre del Greco

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La parola “equinozio” deriva dal latino “equi-nox” e significa “notte “uguale” al dì. In poche parole è l’evento astronomico che segna il passaggio dalla stagione invernale a quella primaverile che quest’anno avverrà esattamente alle ore 11.02 del 20 marzo. E’ con un leggero anticipo quindi che Domenica 17 Marzo (ma ovviamente non poteva essere altrimenti) , che la sezione di Torre del Greco della Lega Navale Italiana, organizza il Trofeo che prende il nome da questo importante evento stagionale , un appuntamento che si rinnova ormai da anni, per i velisti del golfo di Napoli, che si ritrovano nelle acque della città corallina, anche per “festeggiare”  il simbolico passaggio alla bella stagione, dopo i rigori (e le immancabili mareggiate) invernali… quest’anno con lo sfondo del

il Comet 1000 “My Dreams” del metese Amedeo Zezza (Y.C. Marina di Cassano), tra i favoriti in classe “Libera”

Vesuvio inaspettatamente imbiancato. L’inizio delle operazioni è previsto per le ore 10,45, sotto la saggia e prestigiosa direzione del Comitato di Regata  (per i neofiti una “giuria” ossia giudici/arbitri) composto da Domenico Liguoro, Maurizio Iovino, Sergio Nardini, Giovanni Somma, Ciro Argenzio, Dora Vitalba, Saverio Granato, Carlo Coppola. Previsto un percorso “a bastone”, che dovrebbe essere caratterizzato da venti intorno ai 10-12 nodi provenienti dai quadranti meridonali (scirocco). I presupposti, sono tutti favorevoli ad un evento che si preannuncia , ancora una volta, spettacolare, con le oltre 60 imbarcazioni che si disputeranno il trofeo.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!