Cappiello: “Contento della mia stagione, domenica partita importante”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il centrale del Sant’Agnello Luigi Cappiello

Sant’Agnello – Reduce dalla sconfitta immeritata con la Palmese e dalla vittoria del campionato Juniores, il difensore santanellese Luigi Cappiello fa il punto della situazione prima della sfida interna con la Vis San Giorgio che all’andata ha fruttato un punto esterno importante alla truppa di Guarracino: «Senza dubbio c’è un po’ di rammarico per i punti persi con la Palmese ma sappiamo di aver dato tutto, abbiamo la consapevolezza di ciò e uesto basta, potevamo strappare un punto fondamentale, domenica ci aspetta una partita importantissima, c’è il clima giusto e siamo abituati a gestire queste situazioni come ci ha insegnato il mister».
Un campionato estremamente positivo finora per il centrale che ha fatto coppia con Di Donna  risultando una delle difese meno perforate del campionato: «Sicuramente sono molto contento a partire dal piano personale, giocare con Giuseppe è un piacere, ho fatto bene con lui e con gli altri, il tecnico sa sistemarci bene in campo ed è il nostro dovere seguire quello che ci dice, sono molto felice per quanto ho fatto». Il Sant’Agnello deve trovare nelle ultime cinque gare di campionato quei punti che gli permetteranno di evitare qualsiasi problema, anche se la matematica non certifica ancora la salvezza. Sull’eventualità dello svolgimento dei playout, che potrebbero dipendere proprio dalla sfida di domenica, Cappiello commenta così: «Secondo me non si giocherano, però io penso solo alla mia squadra, l’importante è far bene noi e anche se qualche risultato potrebbe aiutarci dobbiamo pensare solo a noi stessi».
C’era anche lui, che è giovanissimo, classe ’94, nella sfida che ha regalato al Sant’Agnello l’ennesima soddisfazione giovanile, con la vittoria del campionato Juniores che conferma la società di Negri senza rivali nel panorama campano per quanto riguarda i vivai: «Dietro questa vittoria c’è il lavoro del presidente e dell’allenatore, ho vissuto questa esperienza in secondo piano ma ho voluto a tutti i costi dare il mio supporto quest’anno anche dalla panchina, è un bel gruppo dentro e fuori dal campo, unito e capace di superare le difficoltà, siamo tutti amici e questo in campo si vede, speriamo di fare ancora meglio».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!