Sorrento calcio, Mastellone:”Arbitri adesso basta”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Chiede rispetto per il Sorrento il vice presidente Mastellone

Un andamento non eccezionale quello del Sorrento in campionato, ma che a volte è risultato condizionato anche da alcune dubbie decisioni arbitrali.
A conti fatti dopo le dichiarazioni del direttore sportivo, Salvatore Avallone, post Benevento non lasciano dubbi: il rigore non c’era.
Nell’arco di due settimane un’espulsione dubbia e una punizione che si trasforma in un penalty hanno fatto sobbalzare sulla sedia il sodalizio di via corso Italia.
La dirigenza ha affidato al vice presidente, Gaetano Mastellone, il compito di formulare una nota da inviare al designatore dei fischietti della Lega Pro Farina.
“Adesso Basta! Sin da domenica prossima nel derby con gli amici avellinesi, che sarà certamente una gara all’insegna dell’ospitalità sorrentina alla quale siamo abituati, non vogliamo più avere arbitri e guardalinee “distratti””.
Un fulmine a ciel sereno che il Sorrento ha scagliato dopo gli episodi di Viareggio e Benevento attraverso il comunicato a firma del vice presidente.
“Quest’anno già abbiamo, per evidenti e dimostrabili sviste da parte della terna arbitrale, dovuto lasciare sul terreno di gioco diversi punti. Rammento che noi siamo sempre il Sorrento con la “S” maiuscola. Quest’anno per una serie di situazioni dobbiamo lottare per la salvezza e vogliamo farlo sino all’ultimo nel segno della nostra grande sportività, ma desideriamo farlo con l’avere in campo dei comportamento giusti”.
L’appunto pone l’attenzione sulle immagini televisive della Rai che hanno dimostrato come Bonomi avesse commesso fallo, si, ma fuori dai sedici metri rossoneri.
“ Il calcio di rigore che abbiamo subito a Benevento, che poi ci ha fatto perdere la partita, è assolutamente inesistente. Basta guardare con la dovuta attenzione il filmato della Rai. Il Benevento è una forte squadra con un grandissimo Presidente e certamente non hanno bisogno di regali. Ma anche noi siano il Sorrento e desideriamo essere rispettati- conclude Mastellone -. Quest’anno già ho avuto modo di lamentarmi pubblicamente di certi arbitraggi, lo faccio ancora e questa volta con la certezza che anche il Sorrento abbia, per il futuro, qualità operativa da parte dei direttori di gara. Solo questo chiediamo come Società, anche a nome della nostra seria e sportiva tifoseria”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!