Gimel: Aversa sulle tre vittorie consecutive

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sant’Agata – Missione compiuta: la Gimel Sant’Agata nell’ultimo weekend è riuscita a trovare la terza vittoria consecutiva che dopo Roccarainola ed Elmec Portici ha visto soccombere all’entusiasmo gimellino anche la Polisportiva Partenope, battuta per 3-0 con i punteggi parziali di 25-21, 25-22 e 25-17. Mister Aversa è ovviamente soddisfatto dopo aver trovato 9 punti importantissimi che impreziosiscono il già positivo campionato santagatese: «Abbiamo raggiunto il nostro scopo che era quello di vincere le tre gare contro squadre sotto di noi in classifica, adesso ci prepareremo a due gare contro squadre più forti e ad un altro scontro diretto importante dopo la sosta di Pasqua. Cercheremo di far bene nelle due prossime partite e giochiamo per migliorarci ancora».
Una vittoria che sul gruppo della Gimel su facebook ha fatto scattare l’entusiasmo e il solito coro che ormai gli amministratori dovrebbero conoscere bene e che è avallato dai grossi risultati delle squadre del comune di Massalubrense: “Meritiamo un palazzetto!”. Una questione irrisolta su cui l’allenatore della Gimel la pensa così: «Diceva Totò: le cose impossibili le facciamo subito, per i miracoli serve un po’ di tempo e io non mi aspetto miracoli. Non c’è volonta da parte dell’amministrazione, ci vorrà tempo, forse bisognerà aspettare le prossime elezioni, la strada più breve sarebbe quella di affidare la costruzione alle società tramite il credito sportivo e poi passare struttura al comune».
Resta la seconda salvezza consecutiva della Gimel al secondo anno di C, migliorata rispetto allo scorso anno, segno di un lavoro, anche a livello giovanile, positivo e proficuo: «Per adesso il lavoro svolto è ottimo, anche a livello giovanile – conclude il tecnico – per adesso più di questo, però, proprio per la mancanza di spazi, non possiamo fare».

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!