Roberto Guadagnuolo una voce fuori dal coro: “Personalmente posso solo ringraziare la società”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Un legame molto forte tra Guadagnuolo e Sorianiello. L’ex numero 10 azzurro oro ringrazia la società

Probabilmente è stato il calciatore più amato dalla tifoseria del Vico Equense nella prima parte di stagione Roberto Guadagnuolo che, al momento, è fuori rosa.
Un idillio nato e cresciuto a suon di prestazioni quello del furetto numero 10. Sulla destra o sulla sinistra per i terzini avversari è sempre stato un problema di non facile soluzione.
Anche lui vuole dire la sua sulla vicenda che, suo malgrado, lo ha visto protagonista nel momento dell’epurazione.
“Probabilmente posso ritenermi un fortunato – spiega Guadagnuolo -. Perché? Semplice dalla società io ho ricevuto tutti i rimborsi che avevamo stabilito”.
Una voce fuori dal coro che pone l’attenzione sulla situazione che si è venuta a verificare tra la rosa e la dirigenza azzurro oro.
“Ho lasciato solo perché si era formato un grande gruppo e hanno lasciato tutti i miei compagni  – evidenzia il fantasista napoletano -. Andare a casa a 6 giornate dalla fine forse per noi è stato un azzardo”.
L’analisi del calciatore vicano non manca di prendere in esame l’esonero di mister Sorianiello.
“I numeri parlano chiaro era impossibile mandare via il tecnico. Probabilmente è stato esonerato perché si era schierato dalla parte dei calciatori”.
Poi lancia un messaggio.
“Almeno personalmente  non posso lamentarmi della società del presidente D’Auria che posso solo ringraziare”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!