Massa Lubrense, Gargiulo:”Arbitri? Meritiamo rispetto”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Va per la prima volta in stagione contro gli arbitri mister Gargiulo che chiede rispetto per il Massa Lubrense

“E’ un momento che va così”. Luigi Gargiulo, trainer del Massa Lubrense, non riesce a darsi pace per il modo balordo con cui i suoi ragazzi hanno perso contro il Trentinara.
Un match bloccato e deciso sino alla metà della seconda frazione dagli episodi. Quando Fiorentino in uscita ha travolto D’Esposito consentendo a Coccorullo di mettere dentro il 2-1 si è capito per l’ennesima volta che non era giornata.
“Abbiamo giocato contro le prime tre della classe e alla fine ne usciamo senza punti – spiega il tecnico massese -. Preventivabile? Forse, ma per come abbiamo perso con Vico e Trentinara no”.
Una sfida bloccata anche dopo il vantaggio dei salernitani che hanno amministrato sino alle prime fasi del secondo tempo quando Marino ha rimesso tutti in equilibrio.
“Partita eccessivamente tattica decisa dagli episodi – evidenzia Gargiulo -. Non mi va giù il modo in cui abbiamo concesso la punizione non il goal per come è nato. I miei la gara l’hanno interpretata bene”.
Plaude al suo undici e per la prima volta si scaglia contro la classe arbitrale il trainer costiero.
“Meritiamo rispetto. Non ci siamo mai lamentati, ma adesso credo che i crediti siano superiori ai nostri debiti tra sfortuna e decisioni degli arbitri avverse”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!