Polisportiva: non bastano due quarti, S. Marinella si prende i due punti

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

La Polisportiva a Civitavecchia prima dell’inizio della sfida (ph. Tonino Esposito)

S. Marinella (Roma) – Non è bastata alla Polisportiva una bella prima parte di gara per portare a casa due punti importanti in chiave piazzamento playoff.  S. Marinella, secondo in classifica, ha pigiato sull’acceleratore a partire dal terzo quarto ed è riuscita a confermare il lusinghiero risultato in graduatoria con il punteggio di 60-44.
La formazione di Falbo, che ha schierato Busiello dall’inizio a causa di una Valisena non in perfette condizioni, ha dimostrato di poter tenere testa alle forti avversarie per tutta la durata del primo e del secondo quarto. Equilibrio in campo, ottima difesa sorrentina con Errico che alla fine della gara ha collezionato 15 rimbalzi in difesa e 3 in attacco, e bella verve da parte di tutte le atlete in campo. Il primo parziale si è chiuso sul 16-14.
Nel secondo tempo S. Marinella ha tentato la fuga piazzando un parziale di 10-0 al quale ha risposto la Polisportiva con  un break di 9 punti che ha ristabilito la situazione. 26-23 all’intervallo lungo e per i costieri la speranza di giocarsi la partita contro una delle squadre più in forma di tutta la A3.
Il fantasma del terzo quarto non si è fatto attendere ed ha aleggiato sul parquet laziale colpendo la Polisportiva che è di fatto, dopo aver raggiunto il pareggio 26-26, uscita dal campo.
S. Marinella ha colpito con Biscarini, Gelfusa e un’ottima Russo e pian piano ha accresciuto il proprio bottino di punti: la squadra di Falbo ha pagato il calo di prestazioni e non è riuscita più a risalire: 45-31 il risultato alla fine del terzo quarto. Non è cambiata la storia  nell’ultimo parziale: coach Precetti ha cambiato tutto il quintetto romano mentre per la Polisportiva c’è stato spazio per Maddaloni e per una timida risalita che non è bastata a sovvertire il destino della sfida. Le sorrentine dovranno adesso cercare di fare punteggio pieno nelle ultime due gare di campionato contro Brindisi, che ieri ha festeggiato la promozione in A2, e Potenza. I playoff sono una certezza ma ancora bisogna decidere l’avversaria e i giochi sono ancora aperti.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!