Massa: continua la crisi. Sconfitta con il Trentinara

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Trentinara (SA) – Non accenna a chiudersi la crisi del Massa che subisce un’altra sconfitta per merito del Trentinara, in piena corsa playoff. Non basta agli uomini di Gargiulo la rete di Marino per portare a casa quei punti che mancano da troppe gare.
I padroni di casa sfruttano subito una disattenzione difensiva degli ospiti con Pecora che si incunea tra le maglie larghe della difesa massese colta impreparata e supera Fiorentino spiazzato dal tiro e dall’errore dei suoi. La reazione neroazzurra non è veemente e il primo tempo si chiude con il vantaggio casalingo protetto senza scalfiture.
Al rientro in campo è il Massa ad approfittare di un errore della retroguardia avversaria con Marino che è lesto a scagliare in rete una delle poche occasioni della sua partita, rimettendo in gioco la sua formazione.
Inizia un’altra partita: il Trentinara vuole la vittoria e prova l’assedio all’area avversaria che riesce a difendersi senza particolari problemi fino al 29′ quando la squadra di mister GArgiulo subisce la beffa: spiovente al centro su punizione dalla tre quarti, uscita fuori tempo di Fiorentino che si scontra con D’Esposito che esce malconcio dall’impatto e via libera a Coccorullo che scarta il regalo e ringrazia calorosamente.
Un episodio sfortunato che conferma il momentaccio della squadra massese che deve ritrovarsi e concludere un campionato comunque positivo ritrovando la vittoria sul campo che manca dalla sfida non giocata con l’Angri.

Real Trentinara – Massalubrense 2-1
Marcatori: 2’pt Pecora (T), 7’st Marino (M), 29’st Coccorullo (T).
Real Trentinara – Mazza, Cerrato, D’Andria, Coccorullo, Guerrera, Coccaro , Delfino, Consiglio (27’st D’Angelo sv), Campione (33’st De Biase sv), Sileno , Pecora. All. Condemi.
Massa Lubrense – Fiorentino, Cantilena, D’Esposito (30’st Iovino sv), Cappiello, Siniscalchi, Gargiulo R., Di Leva, Cestaro, Marino, Cacace, Volpe (41’st Palomba sv). All. Gargiulo L.
Arbitro: Rainone di Nola.
Note: Ammoniti Delfino, Guerrera, Cacace, D’Esposito, Di Leva e Volpe.

©Riproduzione Riservata

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!