Benevento – Sorrento 1-0, le pagelle: Guitto è ispirato, Beati avulso dal gioco

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Roberto Guitto, uno dei migliori all’ “Oreste Vigorito” (foto Penna)

Polizzi 6: Le responsabilità della sconfitta non sono le sue: Germinale dal dischetto è infatti abile a trafiggerlo con un tiro centrale quando ormai lui aveva già battezzato l’angolo alla sua sinistra.

Kostadinovic 5: Primo tempo da film horror: Montiel lo salta quando e come vuole senza il minimo problema. Nel secondo tempo aumenta la concentrazione, ma resta imbarazzante per la gestione arruffona della sfera che propone.

Nocentini 6: Ingaggia il solito duello tutto fisico con gli attaccanti sanniti, mandando al tappeto Marotta ma perdendo il contrasto aereo decisivo con Germinale, da cui nasce l’azione dell’inesistente rigore fischiato all’ex Viareggio: un unico neo in una partita comunque solida e attenta.

Di Nunzio 5.5: Va a raddoppiare senza motivo su Germinale, contrastato da Nocentini, lasciando così lo spazio decisivo a Marotta che s’infila e fa cadere Bonomi nella trappola. Sul finire dei primi quarantacinque minuti di gioco ha anche l’occasione per buttarla dentro, ma si coordina male e sciupa l’occasione.

Bonomi 5: Nella prima frazione di gioco è perennemente in inferiorità numerica perché D’Anna va costantemente in supporto di Marchi, ma comunque riesce a limitare i danni. Nella seconda è protagonista, suo malgrado, dell’azione che cambia volto al match. Fermo restando che l’errore di posizione non è il suo, una domanda sorge spontanea: non era meglio lasciare Marotta a tu per tu con Polizzi invece che atterrarlo e provocare rigore e guadagnarsi l’espulsione?

Esposito 5: Non riesce a rendersi utile ne’ in fase di non possesso, lasciando troppo spazio alle percussioni di Mancosu e alle geometrie di Rajcic, sia in quella di possesso, quando sbaglia e s’incarta anche negli appoggi più semplici. (Dal 37’s.t. Musetti s.v.: Gli capita una sola palla giocabile, ma la spara altissima).

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Beati 5: Spettatore non pagante per tutta la gara, non riesce mai a dare una continuità di gioco ad una squadra che agisce solamente di rimessa. Anche in fase d’interdizione e’ completamente avulso dall’azione, soprattutto quando dal suo lato D’Anna e Marchi prendono d’infilata Bonomi.

Guitto 6: Sicuramente il più ispirato ed anche il più redditizio, soprattutto nelle battute iniziali. Sempre nel vivo del gioco, dialoga bene con Corsetti e va costantemente a supporto di Kostadinovic.

Corsetti 5: Parte bene, poi, come troppo spesso gli accade, si perde tra le sue mille ed inconcludenti giocate. Spreca due contropiedi che sarebbero potuti risultare micidiali ai sanniti per la solita mancanza di tempismo nell’ultimo passaggio: fatti un secondo prima, i due assist a Guitto e Bernardo avrebbero potuto cambiare il match.

Tortolano 5.5: Non è certamente nella giornata migliore, ma riesce comunque a rendersi pericoloso, in particolar modo in apertura con una conclusione dalla distanza. Col passare dei minuti il suo rendimento cala e finisce con l’essere a volte irritante: da qui la scelta di Papagni di richiamarlo dentro quando la squadra resta in 10 (dal 15 s.t. Balzano 6: Piazzato a sinistra per necessità, regge all’urto sannita senza battere ciglio. Visto che ogni qualvolta è chiamato in causa garantisce affidabilità e Kostadinovic domenica dopo domenica appare sempre più in affanno, non è meglio tirarlo fuori dalla naftalina e far riposare il croato?).

Bernardo 5,5: Tanto movimento per aprire spazi agli inserimenti di Corsetti, tanta buona volontà nel lottare contro i due difensori giallorossi, ma alla fine i frutti raccolti, leggasi occasioni da gol, rasentano lo zero. (Dal 45′ s.t. Konan s.v.: Ancora una volta solo briciole per lui, nell’attesa che acquisti finalmente una condizione fisica adeguata)

All.Papagni 6: Molto probabilmente senza l’episodio decisivo che ha cambiato il match la partita sarebbe finita 0-0. Per un’ora il Sorrento è stato accorto ed in contropiede ha anche creato i presupposti per fare male agli stregoni, ma i soliti errori individuali hanno vanificato quanto di buono fatto.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!