Sorrento, Papagni:”A Benevento con fiducia”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Confida in un Sorrento di sacrificio mister Aldo Papagni (foto Penna)

“Sotto alcuni aspetti c’è stato un cambio di atteggiamento, mentre su altri stiamo ancora lavorando”. Un Sorrento da “work in progress” quello di Aldo Papagni che dovrà affrontare il Benevento.
Match difficile se non impossibile sulla carta, ma il cui giudice supremo sarà il rettangolo verde. Può sorridere almeno per i rientri il tecnico pugliese perché dopo Viareggio ci sono solo alcuni spunti per essere felici.
“La compattezza c’è – spiega il trainer rossonero -. Stiamo affinando le cose che ancora non vanno, certo che avere il rientro di Di Nunzio e Alessio Esposito rende le cose leggermente più semplici”.
Di qui alla fine della stagione il calendario dei costieri è davvero da brividi. Benevento e Avellino nell’ordine, poi il Barletta. Insomma non c’è da stare sereni, ma di gara in gara, di tre punti in tre punti i ragazzi dei presidenti Ronzi e Durante dovranno ottenere quanti più punti possibili.
“Certo che i sanniti hanno grosse individualità in tutti i reparti del campo, starà a noi sfruttare il sacrifico di ogni compagno per ottenere il massimo dal campo”.
Anche l’esperto Beati, nell’immediato post Viareggio, al di là del rammarico ha evidenziato sensazioni positive che confortano Papagni.
“Sono contento di questo perché Beati è un calciatore d’esperienza e mi fa confidare in un futuro migliore”.
Sensazioni a parte per espugnare il Santa Colomba, cosa che non avviene dalla stagione 2006-07 il Sorrento dovrà mettere a nudo le imperfezioni dei giallo rossi e punirli con le proprie armi.
“Sebbene siano una macchina perfetta il Benevento noi dovremo sfruttare ed evidenziare le loro lacune cercando di rasentare la perfezione – evidenzia il trainer pugliese -. Tutto il lavoro svolto in settimana per conoscere bene i nostri avversari lo abbiamo fatto”.
Restano ancora incognite su Konan anche se per il mister i miglioramenti ci sono stati.
“Sarà importante averlo a disposizione nella parte finale della stagione quando sarà al top della condizione”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



One thought on “Sorrento, Papagni:”A Benevento con fiducia”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!