Sorrento, Beati:”Sensazioni positive a Viareggio, sotto con il Benevento”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Sensazioni positive per Nicola Beati (foto Penna) che è fiducioso per il futuro

“Dopo Viareggio non ho parlato sino a domenica”. Nicola Beati si rinchiuso nel mutismo post gara con le zebrette e ha ripreso fiato al termine delle partite poco dopo le 16.30 del settimo giorno della settimana.
“La prestazione c’è stata, ma è mancato il risultato e siamo tornati a casa con un pugno di mosche in mano. Solo rammarico”.
Il centrocampista del Sorrento ancora non digerisce la rimonta del Bresciani. Partita completamente nelle mani dei rossoneri che a cinque dalla fine hanno perso tutto.
Un campionato che resta in salita quello dei costieri alle prese con un doppio turno niente male. Benevento ed Avellino in rapida successione da brividi.
“Sono tutte gare difficili se non impossibili sulla carta – sottolinea Beati -. Quelle che consideravamo alla portata alla lunga si sono dimostrate impegnative come delle finali”.
Le incontrerà tutte quelle che giocano per un posto al sole il Sorrento, ma in partenza di stimoli ce ne saranno a gogo.
“Abbiamo già fatto bene contro squadre blasonate e sappiamo che non possiamo sbagliare nulla in nessuna partita, ma contro quelle che vanno per la promozione ancora di meno”.
L’esperienza ne ha fatto uno dei più grandi del gruppo. Lui che dalla Champions si è trovato, poi, a calcare i campi della Lega Pro sempre con estrema professionalità.
“Le sensazioni che ho provato in campo sono positive – evidenzia Beati -. Quando ci aiutiamo, attacchiamo e difendiamo in 11 i risultati arrivano. L’importante è limare gli errori per non perdere punti per strada”.
La ricetta è fatta. Errori zero anche perché prendere un goal come il primo a Viareggio fa ancora tanto male.
“Dopo averlo rivisto con la squadra eravamo ancora più amareggiati – conclude Beati -. Abbiamo fatto errori in serie e siamo stati puniti, ma meglio guardare avanti e lavorare sodo per Benevento”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!