Sorrento, Avallone:”Benevento? Squadra formidabile, ma i grandi numeri…”

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  

Il ds Avallone confida nei grandi numeri per Benevento (foto Pollio)

“Meritavamo di più”. È questo il leit-motiv che accomuna l’Avallone pensiero a quello del tecnico Aldo Papagni.
Direttore sportivo e allenatore sono sulla stessa lunghezza d’onda nell’analizzare il match perso malamente in quel di Viareggio. Il “malamente” è riferito però più all’aspetto psicologico che la rimonta potrebbe avere sulla squadra e non sotto il profilo della prestazione fatta dal Sorrento al Bresciani.
“Sconfitta pesante da digerire per il morale – spiega il ds rossonero -. Perdere i punti è conseguenza della sconfitta, resta il rammarico di come sia maturata, perché siamo stati in gara bene e non abbiamo demeritato”.
Passato in vantaggio il roster rossonero ha retto l’impatto dei bianco neri e meritava ampiamente l’1-0 con cui si è conclusa la prima frazione. Risultato che alla fine dei primi 45 minuti di gioco poteva anche essere più rotondo per le chance che il Sorrento ha creato e poi fallito.
“L’espulsione ci ha fatto mandare all’aria tutti i piani di una partita che avevamo in pugno – evidenzia Avallone -. Il fallo forse non era neppure da ammonizione, ma poi bisogna fare autocritica perché ci siamo abbassati forse troppo consentendo al Viareggio di assaltarci e poi punirci”.
Fare calcio con se e ma non è stato mai di aiuto a nessuno, eppure alla fine i dispiaceri per i punti persi nel corso della stagione sono superiori rispetto a quelli guadagnati giocando male.
“Probabilmente ogni punto in classifica è forse più sudato rispetto a qualunque altra squadra. Giocare male e ottenere risultato non è da noi”.
L’analisi di Avallone non fa una grinza anche se adesso lo sguardo deve essere rivolto alla sfida contro il Benevento. Al Vigorito, dopo la vittoria di Cioffi nell’anno della promozione in C1, sono state più le amarezze che le soddisfazioni.
“Squadra formidabile la loro che viaggia a mille – conclude l’uomo mercato del Sorrento -. Incontrarla adesso forse è la cosa peggiore, ma alla fine per la legge dei grandi numeri dopo 5 risultati utili consecutivi tutto potrebbe accadere”.

I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  
I cookie, anche di terze parti, ci permettono di migliorare la navigazione e la fornitura di annunci pubblicitari. Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie. Per più approfondite informazioni ti invitiamo a leggere l'informativa estesa  



Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

error: Stai cercando di copiare il testo di questo articolo? Ovviamente non hai il permesso per farlo, ma ti ritieni un grande giornalista... in fondo pensi di cambiare qualche parola, di toglierne qualche altra ed hai risolto. Appartieni anche tu a qualche importantissima testata locale che fa centinaia di visite sulla pelle di chi lavora? Magari vieni anche pagato, complimenti!!! Sei proprio un furbacchione tu ed il tuo direttore che te lo permette, abbiamo fatto in modo di renderti il lavoro un po\\\' arduo, abbiamo deciso di farti applicare 1 minuto in più per copiare!!!